nuova dia

messaggio inserito martedì 20 luglio 2010 da gisella

gisella : [post n° 237475]

nuova dia

salve,
volevo chiedervi: se un locale ha già fatto una dia con fine lavori ma non fatto l'accatastamento, io che sono stata chiamata per fare una nuova dia mi ritrovo pianta del catasto del 39 e stato attuale diversi!!devo prima chiedere al cliete di accatastare prima di iniziare una nuova dia?grazie mille
beorn82 :
ciao! io farei in questo modo..... se con la vecchia dia il locale non è stato ampliato ma solo variato internamente, io presenterei la nuova dia senza fare l’accatastamento (faresti risparmiare qualcosina al committente) e censirlo dopo aver presentato il fine lavori….
mary :
secondo me non importa,come stato attuale fa fede l'ultimo atto abilitativo approvato e realizzato, eventualmente controlla che tutte le opere siano conformi alla dia ormai conclusa
gisella :
Grazie, però disegnerei e timbrerei qualcosa di non veritiero...non sò se sia corretto per il tecnico incaricato...
mary :
il problema è dell'altro progettista che non ha concluso il lavoro, era obbligato a presentare il catastale, ma se in comune non ti chiedono copia quando consegni la dia allora non stare a riaccatastare una cosa che non serve a niente.
Lilith :
se nn sbaglio per mancata presentazione di variazione catastale c'è una multa sui 500 euro, se ovviamente emerge che nn è stata fatta, anche riguardo all'ultimo titolo edificatorio che dovrai citare in dia, penso che una variazione catastale andrà fatta...senti il tecnico comunale!
SR :
Trattandosi di una nuova DIA nella quale occorre asseverare lo stato attuale, se esso è conforme all'ultima DIA (se gli elaborati corrispondono ai lavori fatti) io procederei, anche perchè il catasto non è probatorio...certo sarebbe meglio che fosse aggiornato!
DR COSTA :
Per il comune il catasto non è importante,la cosa fondamentale è che lo stato attuale sia conforme al progetto presentato con la vecchia DIA.
Io ho il tuo stesso problema,DIA presentata,fine lavorni ma non è stato aggiornato il catasto che ora aggiornerò io con i lavori della nuova DIA.
Catasto e atto abilitativo per l'esecuzione dei lavori sono due cose scollegate, molte volte il catasto non è mai stato aggiornato, ma contrariamente a quanto si crede quello che è indicato sulla planimetria catastale non è prova della legittimità dello stato di fatto fa fede solo il progetto depositato in Comune.
Quindi non c'è nessun problema basta presentare una DIA con lo stato di fatto derivante dalla precedente DIA e accatastare il tutto,magari facendo riferimento nel DOCFA alla precedente DIA.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.