Scadenza termini restituzione DIA

messaggio inserito venerdì 23 luglio 2010 da eli.71

eli.71 : [post n° 237739]

Scadenza termini restituzione DIA

Salve a tutti,
il 1° di giugno abbiamo presentato una DIA,dopo 30 giorni chiamo per sapere se possiamo andarla a ritirare per poter iniziare i lavori e la Dia non è pronta.dopo 4-5 giorni ci chiama il tecnico chiedendo delle integrazioni che gli abbiamo consegnato 10 giorni fa e ad oggi la pratica non è ancora pronta per essere ritirata.Che dobbiamo fare?
Il comune in questione non è abbastanza grande da giustificare un raddoppio dei tempi di attesa, il cliente si lamenta perchè vuole iniziare i lavori, se lo fa e per caso fanno un sopralluogo e non trovano la dia in cantiere cosa potrebbe succedere?
Grazie a chi vorrà rispondere
olli :
dalla data delle integrazioni riparte il tempo dei 30 gg soliti dopo di che puoi iniziare i lavori
da quello che mi risulta la Dia non è un PdC quindi dal momento che tu la presenti e se il comune trascorsi i 30 gg non ti invia una diffida a non procedere sei tu professionista che garantisci la conformità e via dicendo che nel caso del PdC si accolla il dirigente del comune
eli.71 :
Ma io sapevo,e di solito funziona così da noi, che dal momento che consegni le integrazioni non ripartono tutti i 30gg ma solo quelli che mancano allo scadere dei 30(es. se richiedono le integrazioni dopo 20 gg,una volta che le ho consegnate ripartono gli ultimi 10 gg),ma in questo caso la richiesta di integrazione è stata fatta dopo i 30 gg.
marta :
Innanzitutto hai una comunicazione scritta? Perchè in caso contrario secondo me tu puoi cominciare i lavori. In fondo vale il silenzio assenso e se loro non ti comunicano formalmente che ci sono delle integrazioni da fare tu potresti cominciare i lavori.
In ogni caso da noi si deve comunque consegnare l'inizio lavori e senza quello il cantiere risulta abusivo. Se per il comune la dia non è a posto non puoi dare l'inizio lavori e se passano dei vigili ti possono sequestrare il cantiere... e in quel caso sì che i tempi si allungano ancor di più.
Io farei pressione sull'ufficio tecnico chiedendo se puoi cominciare e chiedendo una comunicazione scritta.
Lisa :
Evidentemente la richiesta di integrazioni è stata fatta nei termini, altrimenti il tecnico comunale avrebbe agito in abuso di potere.
Probabilmente all'integrazione precedente, di cui se ho capito bene parli, sono ripartiti i 20 o 30 giorni (dipende dalle regione in cui sei) e mancava ancora qualcosa. ora i tempi sono di nuovo azzerati finché non presenti le ultime cose che ti hanno chiesto. Se le presenti lunedì, per esempio, 20 o 30 giorni dopo (sempre a seconda della tua legge regionale di riferimento) potrai dare l'inizio lavori.
Ricorda che parliamo di una DIA e non di un Permesso di crostruire: quindi non ritirerai un tubo di niente... allo scadere del termine di cui sopra non ti viene rilasciato un provvedimento, perché il titolo abilitativo è acquisito in automatico!
Dovrai tu (o meglio tu per il committente) presentare la documentazione di inizio lavori, dicendo quale sia la data in cui effettivamente i lavori cominceranno... può ovviamente essere anche il ventunesimo o trentunesimo giorno stesso.
Comunque leggiti tutto sulla legge regionale... beh... avresti dovuto farlo prima, ma non è mai troppo tardi! :-D
Lisa :
Una precisazione: non dandoti nulla di scritto il comune, in cantiere dovrai ovviamente tenere la copia che ti sei fatto timbrare per accettazione quando hai cnsegnato la DIA, più la copia timbrata per accettazione della documentazione di inizio lavori!
Buona fortuna!
eli.71 :
Forse non mi sono spiegata bene:in questo comune non mi protocollano subito una copia della pratica che è quella da tenere in cantiere ma me la danno indietro al 31° giorno dalla presentazione(in teoria visto che non ce l'hanno ancora riconsegnata).Da noi per la Dia non si fa l'inizio lavori ma automaticamente si considera come data di inizio lavori il 31° giorno dalla presentazione.A quanto ne so io,e soprattutto il mio capo, non esiste da nessuna parte una legge che dica che il tecnico del comune può mandare una richiesta di integrazione in tempi diversi rispetto a quanto dice il testo unico,perciò a noi sembra un abuso che ci abbiano fatto una richiesta scaduti i 30 giorni.
Lisa :
Se ve la fatta oltre il termine, avete ragione a dire che è un abuso. Ma mi pare strano... occhio che fa fede la data di emissione del protocollo e non quella di vostra ricezione!

E' strano anche come agisce l'ufficio protocollo del settore tecnico di quel comune... ma se, come dici, non c'è una legge regionale che precisi quanto il testo unico lasciava vuoto, forse si sono dati delle regole tramite circolari interne... Boh!!!
Lisa :
Pubblica ammenda in errata corrige: se ve l'ha fatta

mi vergogno come una ladra!!! quando scrivo veloce, non ragiono...
olli :
in realtà ciò che regola quell'ambito è in partcicolare la L241/90 come mod dalla L 15/05 che introduce il responsabile dl procedimento che ai senzi dell'art 6 comma 2 ha facoltà di richiederti integrazioni se poi lo fa oltre i tempi previsti non fa altro che confermare la mia tesi che "fanno come gli pare.."
a mio modesto avviso è buona norma comunicare per iscritto
ciao
eli.71 :
Grazie a tutti
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.