Codesto infisso mi perplime...

messaggio inserito venerdì 17 settembre 2010 da Ily

Ily : [post n° 241207]

Codesto infisso mi perplime...

Ciao a tutti, ultimemente ho notato una nuova moda in fatto di infissi: le finestre ad anta unica, con apertura ad-anta ribalda, della larghezza di una finestra normale (80-100 cm).
Ora mi chiedo: a parte l'estetica nelle case del centro storico (che bello se il signore del primo piano ristruttura casa sua installando questi infissi, mentre i piani di sopra hanno ancora gli infissi tradizionali a due ante, o magari persino quelli "antichi" coi vetri divisi il 3 parti da stecche di legno), ma non sono scomodi, sia come peso che come ingombro di spazio (se voglio aprire del tutto la finestra, infatti, ho bisogno di uno spazio di manovra enorme).
Qual'è il senso di questa nuova "moda"? Forse dare più luce alla stanza, ma non penso che la differenza di luminosità con un normale infisso a due ante sia chissà che cosa...
Voi che ne pensate?
luca :
L'ingombro e' maggiore, ma aprendosi anche a ribalta di fatto non lo apri mai perché non occorre. Lo tieni con la ribalta aperta e l'aria passa lo stesso Si aprono solo se devi pulire il vetro. Poi quanto all' estetica e' un discorso a parte e non commento
malva :
ciao Ily,
ti rispondo perchè le ho appena installate nell'appartamento di un mio cliente.
anche io non appena era iniziata la 'moda' mi ero posta le tue stesse domande ma devo dire che è tutto relativo.
nel mio caso specifico la casa è sul lungomare di una cittadina molto quotata ed il costo dell'immobile è dato prevelentemente dalla posizione e dalla vista (si pagano le finestre sul mare, per intenderci, e pure uno sproposito).
con l'anta unica la vista non è interrotta dal montante centrale e se ne gode appieno, c'è una sorta di 'effetto quadro' da mostrare agli ospiti con grande orgoglio... (!).
questo con la finestra chiusa, ovviamente... ma se calcoli che con la finestra aperta si sente il rumore della strada, insopportabile soprattutto in estate, si accende l'aria condizionata e via, problema di ingombro risolto.
:)

è verissimo che ci sono dei problemi di pesantezza dell'infisso ed io consiglio vivamente di rivolgersi a serramentisti seri, che sanno quello che fanno.
ed è meglio lasciare sempre qualche cm in più con il piano di calpestio.

spero di aver fugato la tua perplessità,
ciao ciao

Ily :
Mah, le mie perplessità non sono per il tipo di infisso in se, ma per i problemi di estetica e stilistici con le case del centro storico, tutto qui.
:-)
malva :
si, capisco...
nel mio caso il tutto si può riassumere con 'dipende dal centro storico'... ovvero se non ci fossero i milanesi danarosi la riviera ligure di levante potrebbe anche affondare e nessuno se ne accorgerebbe, compresa l'estetica e lo stile :)
certi centri storici esistono e resistono solo perchè c'è qualcuno che se li può permettere, e dunque certe variazioni sul tema sono inevitabili, direi che l'infisso in sé è trascurabile... a mio parere c'è di peggio...
:)
fabri :
è anche una questione di risparmio energetico!
con meno ante hai un minore perimetro del vetro, pertanto dispersioni inferiori.
la trasmittanza del serramento unico sarà migliore (e quando devi ottenere un valore bassissimo per poter accedere alle detrazioni fiscali, allora è meglio un'anta sola con doppio vetro, piuttosto che due ante con triplo vetro!).

domando a chi ha già fatto un intervento così (si veda la mia domanda poco sotto): c'è stato il benestare all'unanimità dei condomini, per poter fare un serramento con apertura diversa dagli altri?
e quale pratica edilizia?
GUBBIOLO :
la mia esperienza.
circa 5 anni fa abbiamo ristrutturato la nostra casa in umbria in un centro storico "seguiti" da un geometra.... bene, per una concezione romantica e non meglio definita degli infissi, in assenza di una particolare prescrizione comunale, in assenza di uniformità reale tra gli edifici attigui (centro storico non conservato, cioè senza quelle peculiarità di un borgo di valore) ha convinto i miei a installare infissi a due ante con traversine in tutte e finestre. risultato? finestre strette e alte: traversine+montanti orizzontali+telaio+controtelaio+ante= buio. Le finestre ad anta unica sono una soluzione necessaria per questioni di luce, in una casa dove abiti tutto l'anno non si può sminuire questa necessità. In ogni modo dipende molto dal luogo e dal clima. Nel mio caso per esempio le finestre si aprono completamente forse nel mese di agosto, per il resto devono garantire luce e ricambio d'aria. In ogni modo non condividoo nemmeno io l'uso incondizionato dell'anta unica,dobbiamo capire il contesto, le necessità e anche in quale ambiente della casa devono essere installate.
desnip :
Scusa, Ily, ma il tuo refuso dell'"anta-ribalda" mi ha fatto morire dal ridere...:-))))

Cmq a parte lo stile direi che c'è anche un fatto di comodità: io, per esempio, ho bisogno della finestra che si apre completamente e ti permette di affacciarti con la testa di fuori, e quando vado nei paesi del nord europa ne risento della mancanza.
Ma, come dice malva, dipende dal clima: io sto al sud e ho bisogno di aprire ed affacciarmi, in altri contesti basta il ricambio d'aria, ma la finestra si apre completamente poco tempo all'anno.
fulser :
a scanso di equivoci:
l'apertura anta/ribalta vuol dire che il serramento si apre SIA ad anta, SIA a ribalta (cioè tipo wasistas), e si può scegliere come aprire a seconda del momento. E' decisamente l'apertura più usata.
Se si apre solo a wasistas, vuol dire che si apre solo in un modo (cerniere sul lato in basso, cricchetto o maniglia sul lato opposto); indicato per sopraluce, vani scala, ecc, comunque in posti dove non è richiesta l'apertura completa dell'anta.
Ily :
Io sapevo che l'infisso più diffuso era quello standard a due ante...
fulser :
appunto, con una delle due anta/ribalta. Perchè fare un infisso apribile solo a due ante, quando con minima differenza di prezzo puoi aprirla anche a ribalta, cosa molto comoda e anche molto sicura?
Ily :
Perchè detesto l'apertura a vasistas, ad esempio ;-P
fulser :
Sono d'accordo che può non piacere, ma proprio per questo è comodo, puoi aprire nel modo che preferisci... ;-)
Ily :
si, se non mi casca in testa il vasistas ;-)
desnip :
il vasistas non casca in testa, quello è il bilico...
Ily :
X DESNIP

Se si rompe il cardine inferiore si, che ti casca in testa il vasistas ;-)
Comunque diffido anche delle finestre a ghigliottina, tuttaltro che rassicuranti anche nel nome!!!
desnip :
uè, ily... che pessimismo!!!:-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.