dubbio altezza minima

messaggio inserito mercoledì 22 settembre 2010 da michele

michele : [post n° 241728]

dubbio altezza minima

se ad esempio per errore si misura 2,80 il minimo per ottenere una licenza per unaattivita, ma la misura reale è 2,76.
per questi 4 cm il tecnico cosa rischia?
gradirrei consigli esperti
manuela :
credo che questa piccola difformità rientri tra le variazioni non essenziali, verifica la tua normativa regionale
mary :
non è piccola difformità, è la differenza tra un locale agibile o no, se non raggiungi i 2.76(suppongo da r.e. o r.igiene) non puoi avviare l'attività giusto?quindi è una dichiarazione falsa, ricorda che sei tu tecnico che asseveri la conformità edile-urbanistica
mary :
è pur vero che non so quanto un eventuale controllo possa notare 4 cm in altezza (più che altro potresti avere problemi se poi subentra un'altra attività, altro proprietario...)
michele :
il problema che il locale era 2,80 quando lo ho misurato, ma quando hanno realizzato il massetto per la pavimentazione e l'intonaco al solaio si sono rubati 4 cm, cioe credo che in ogni caso tra solaio e solaio ci sono 2,80, ma poi si sa come vanno le lavorazioni quando si gioca sui centimetri è sempre difficile rimanere a 2,80 a prova di millimetro, il centimetro scappa sempre .. allora secondo voi alla luce di questo che ho scritto cambia la cosa o no?
OMA :
Esiste una legge di tolleranza sui parametri urbanistici del 3%,Trovala su internet e vedi se e' recepita dallla tua regione
mary :
anche nel r.e. devonbo essere indicati i parametri di tolleranza.
Ily :
Io sapevo che la tolleranza è del 2%, e non del 3% (a Bologna almeno è così), e poi l'altezza minima è m 2,70, lo dice un decreto ministeriale del 1975.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.