redazione tavole per pdc

messaggio inserito mercoledì 2 marzo 2011 da mya

[post n° 256252]

redazione tavole per pdc

Salve ragazzi. Ho una domanda da porvi: un tecnico mi ha incaricata di redigere un progetto relativo ad un ampliamento di un'abitazione. Ora, io ho già eseguito i rilievi, preparato lo stato di fatto e il progetto, e fatto visionare tt ai committenti, per avere un'idea sul da farsi. Ora, vorrei procedere a chiudere il mio compito e quindi preparare il necessario per ottenere il titolo abilitativo.
la mia domanda è: il mio compenso devo necessariamente determinarlo sull'importo dei lavori? e come mi regolo per un anticipio?
grazie
:
Che io sappia sono solo la D.L e la sicurezza ad essere calcolati in base all'importo dei lavori. La pratica edilizia ha un costo che prescinde da questo importo. Idem per le operazioni di rilievo e restituzione che, vedendo le parcelle fatte qui in studio, vengono sempre calcolate a vacazione.
:
allo stato del fatto che non esistono più limiti tariffari, direi che ognuno è libero di calcolare come meglio crede gli importi delle proprie parcelle, quindi a percentuale, o a vacazione, o a tempo, o a caso, va ben tutto, basta usare un criterio giustificabile!
:
dipende anche da altri fattori... se faccio solo una pratica edilizia di tre tvolati magari non mi baso sull'importo dei lavori per applicare la parcella ma se, invece, i lavori di ampliamento e/o ristrutturazione cominciano ad avere un certo valore io calcolo a percentuale sulle opere e la pratica edilizia la ritengo compresa nell'importo complessivo di progettazione (con eventuale DL etc etc)
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.