DEFINIZIONE DI REGOLA DELL'ARTE

messaggio inserito lunedì 2 maggio 2011 da Ily

Ily : [post n° 261314]

DEFINIZIONE DI REGOLA DELL'ARTE

Buongiorno a tutti,
esiste in qualche normativa (ad esempio il codice civile, il testo unico dell'edilizia ecc) la definizione di "lavoro eseguito a regola d'arte"?
Grazie 1000.
fulser :
Domanda interessante, ci incappo spesso anche io.
Che io sappia, no.
Di solito le associazioni di categoria (tipo UNCSAAL, FINCO ecc) periodicamente emettono le linee guida per come devono essere eseguiti i lavori. E' una cosa piuttosto complessa: per esempio, dei serramenti ti possono dire come devono essere i sitemi di misurazione, come può essere la qualità del materiale base, quali sono le norme UNI principali di riferimento, che tolleranze puoi o non puoi avere ecc ecc ecc..... Lo stesso per i vetri, per i cementi..... per una infinità di prodotti. In questo modo hai una visione globale di quello che è "lo stato dell'arte" di un prodotto.
Purtroppo le innovazioni in tutti i campi sono tali che è difficile stargli dietro, e di conseguenza non è possibile dire, come forse si poteva dire 50 anni fa, "un muro per essere a regola d'arte deve essere fatto COSI'".

Per quello, secondo me la cultura tecnica di un progettista è fondamentale, perchè alla fine quello che conta è sapere riconoscere le castronate se cercano di vendertele: se uno, che so, ti dice che ti garantisce una trasmittanza termica del vetro di 0.7 con una camera unica ad un prezzo economico, un tecnico con un minimo di cultura può mandarlo tranquillamente a quel paese.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.