Direzione Lavori

messaggio inserito martedì 24 maggio 2011 da abc

abc : [post n° 263419]

Direzione Lavori

Salve a tutti. Ho delle domande riguardanti una proposta per la direzione lavori per un nuovo impianto fotovoltaico.
1) Può farlo un architetto?
2) Contano gli anni di iscrizione all'ordine, quanti servono?
3) Devo aprire partita IVa ed iscrivermi a INARCASSA?
sa :
si può farlo un architetto regolarmente abilitato e iscritto all'albo, non contano gli anni di iscrizione...
ciao
Paolo :
Alla esatta risposta di sa, aggiungo che se non superi i 5.000 € di parcella in un anno (dovrebbe essere sempre questa la soglia), puoi fare una prestazione occasionale, che puoi espletare solo con la semplice iscrizione all'albo.Se invece, anche sommandola ad altri lavori, vai oltre questa soglia, dovrai aprire p.iva e automaticamente iscriverti a inarcassa.
Fra :
ANCORAAAAA??? paolo NO! se vuoi firmare una pratica e timbrarla DEVI avere partita iva, NON SONO AMMESSE PRESTAZIONI OCCASIONALI. non lo dico io, lo dice la LEGGE BIAGI!
fulser :
Fra, qui non si parla di pratiche ma di direzione lavori.
schizzo :
e beh ..e la direzione lavori non comporta cmq una pratica?' qualcosa dovrai firmare per dire che sei direttore dei lavori, ergo, devi essere abilitato, iscritto all'ordine e ad inarcassa...
fulser :
mica vero. La direzione lavori, nel senso preciso dei termini, non vuol mica dire che sei tu a fare progetti e pratiche.... e poi che c'entra l'inarcassa? Tutti i geometri che fanno la direzione lavori allora?
Fra :
fulser, i geometri hanno la loro cassa... e emettono fattura anche loro a meno che non siano dipendenti di una ditta nel qual caso il cliente paga la ditta stessa!!

abc, se vuoi essere pagato devi aprire partita iva, oppure farti assumere. stop. non hai alternative.
abc :
Grazie a tutti per la tempesiva risposta. Sono certa comunque di dover aprire la partita Iva perchè la parcella supera i 5000euro all'anno. Non ho scampo. Di conseguenza tutto ciò che ne deriva...Inarcassa e compania bella. Grazie a tutti ancora.
Fra :
abc, comunque devi aprire partita iva, non c'entra la cifra massima annua: se vuoi timbrare, firmare, farti pagare, non puoi assolutamente fare ritenuta d'acconto. la legge biagi lo esplicita.

se sei iscritto a un albo e svolgi prestazioni ad esso legate (quindi sia di libera professione che di dipendente che di collaborazione con uno studio) devi o essere assunto o avere partita iva.
se invece, sempre iscritto all'albo, però dai ripetizioni di latino o a tempo perso tagli l'erba dei vicini, allora in quel caso puoi fare la ritenuta d'acconto perchè sono lavori non compatibili con l'iscrizione all'albo.
Kia :
x abc:
la p.iva nn te la devi aprire perchè superi i 5000!! ma per tutte le altre condizioni. Iscrizione all'ordine professionale innanzitutto.
Consiglio lettura della Legge Biagi art.61 che è stra-chiaro sul tema.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.