VARIAZIONE CATASTALE NON DICHIARATA

messaggio inserito lunedì 19 dicembre 2011 da confuso

[post n° 278791]

VARIAZIONE CATASTALE NON DICHIARATA

Ciao a tutti. Volevo chiedervi un consiglio.
Sono proprietario di un capannone; tramite una Scia autorizzata dal comune abbiamo frazionato l'interno. Successivamente un altro tecnico ha fatto l'aggiornamento catastale; nella chiusura dei lavori il tecnico progettista non ha dichiarato la variazione catastale a firma di altro tecnico, pur sapendo che tale variazione era avvenuta. Ora ho richiesto un PdC e il Responsabile del Procedimento si è accorto della cosa.
Il progettista della Scia mi ha detto che non era compito e dovere suo notificare la variazione catastale poichè non era lui il tecnico ad averla fatta (è chiaramente una scusa) bensì spettava a me notificare la cosa al comune; ora io mi trovo con una richiesta di accertamento di conformità da 516 euro pendente sul groppone e non capisco perchè. Mi affido a dei tecnici e devo dichiarare io le cose????
Come posso fare?
:
mi è confusa la cosa. quando si fa la fine lavori il tecnico asseverante deve allegare la ricevuta del catasto che attesa la variazione. qui a essere inottemperanti sono stati in due: il tecnico e il resposabile del procedimento del comune che non ha verificato che la chiusura lavori fosse completa.
:
In pratica la Scia l'ha preparata un tecnico, ma durante i lavori (verso la fine) ho fatto fare l'accatastamento ad un amico...quando il primo tecnico ha poi fatto la chiusura lavori non ha dichiarato la variazione catastale. Ora dice che non doveva farlo poichè, non essendo stato lui l'autore materiale della pratica del catasto, si dichiara completamente all'oscuro, mentre lo sapeva eccome visto che tempo prima della chiusura dei lavori gli avevo portato i nuovi certificati catastali con i nuovi subalterni per fare il Permesso di Costruire. Diciamo che secondo me si sta scusando della cosa, ma io ora devo pagare 516 euro e non penso sia giusto, io ho fatto fare l'accatastamento ad un altro tecnico, risulta tutto correttamente...e ora perchè il primo tecnico non l'ha dichiarato devo pagare io???? Possibile che non ci sia un modo per non pagare la multa????
:
Colui che chiede le autorizzazioni è il proprietario anche se la pratica la porta in Comune ,in genere il tecnico che fa gli elaborati, la relazione asseverata ecc. La fine lavori deve comunicarla il proprietario che vi allega il collaudo delle opere conformi a quanto dichiarato ad inizio lavori a firma del tecnico della SCIA e l'avvenuta variazione catastale effettuata da un qualsiasi tecnico abilitato anche diverso da quello della SCIA...chiaramente tutti e due i tecnici che ha coinvolto dovevano essere a conoscenza dell'ITER ed avvisarla su ciò che avrebbe dovuto ancora fare o loro per suo conto (come avviene di solito)
:
per come riporti, il tuo tecnico è in torto. spettava a lui allegare alla fine lavori la ricevuta catastale, anche se l'ha fatta un altro tecnico (fra pochi giorni io chiuderò i lavori per una scia che ho gestito come progettista e direttore lavori e allegherò la ricevuta della variazione catastale fatta da un geometra). il punto è che lei come committente è responsabile al pari del tecnico, presumo che la multa sia arrivata anche a lui. il problema è che l'amminsitrazione avrebbe dovuto verificare, non prendere la pratica e archiviarla!
:
Potete gentilmente segnalarmi la normativa che regola questi argomenti sulle responsabilità?
Mi pare assurdo dover pagare questa multa!!!
Per 516€ non vale la pena andare in causa e voglio capire bene.
Grazie mille!

:
In genere si trova sul regolamento comunale. Al capitolo responsabilità e sanzioni.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.