non sono un collega ma potete aiutarmi

messaggio inserito mercoledì 8 settembre 2004 da raffaele

raffaele : [post n° 27991]

non sono un collega ma potete aiutarmi

salve a tutti/e,
mi occorre un piccolo aiuto.
Sto cercando di individuare fonti e materiali che possano aiutarmi ad approfondire il seguento argomento:
"metodologie per la gestione degli effetti negativi dei grandi cantieri cittadini (in tutta europa) sui cittadini.
Spero sinceramente di ricevere aiuto e di leggervi prestissimo.

ciao
Raffaele

Debs :
gli impatti di un cantiere sono conseguenti alle attività che vi si svolgono e ai mezzi che si adoperano.
Gli impatti potenziali e gli effetti negativi sono facilmente reperibili se fai una ricerca anche su google.
Gli impatti, poi hanno diversi recettori ambientali, la salute pubblica, il contesto socio-economico, la qulatià dell'acqua e l'aria ecc. Non so se ci sono studi generici sui cantieri ma basta che guardi un pò di studi di impatto ambientale.
Ogni studio ha la sezione sugli impatti in fase di cantiere.
fammi sapere
raffaele :
Debs,
avevo intuito che l'ambito era quello degli impatti ambientali e sto già provvedendo ad addentrarmi in questo contesto. Spero di riuscire a trovare delle case history che riportino le attività svolte per aumentare la partecipazione e la consapevolezza dei cittadini nei confronti dei cantieri metropolitani e delle conseguenti loro problematiche. So ad esempio che Berlino e Rotterdam fanno scuola nel progettare azioni di avvicinamento dei cittadini ai lavori comunali (ad es. recinti dei cantieri trasparenti, eventi all'interno dei cantieri stessi, ecc).
Grazie tante per l'aiuto e se ti dovesse venire in mente altro sarei lietissimo di rileggerti.
ciao e buon lavoro
Raffaele
Debs :
Quindi tu cerchi il modo di rendere meno invasive le presenze dei cantieri nella città. Ardua la cosa!
Se ho ben capito devi proporre misure di mitigazione degli impatti ma anche una diversa organizzazione del cantiere, altrimentio come fai ad aprirlo al pubblico?
Per le misure di mitigazione è facile, digita ARPA su google o Agenda21, sono stati fatti diversi studi sulle possibile mitigazioni e compensazioni.
L'organizzazione del cantiere non è una cosa facile, tantomeno se il cantiere è grande, ci sono problemi di viabilità e trasporto merci, di stoccaggio e smaltimento rifiuti.
Mi sono occupato di un paio di cantieri grandi e ti assicuro che gli impatti maggiori si riscontrano tutti in questa fase, anche se la maggior parte di loro e a carattere transitorio.
Mi interessa la faccenda, tienimi informata.
raffaele :
grande debs, non so veramente come ringraziarti. Ti aggiornerò sicuramente e mi fa piacere che questo argomento desti interesse

a presto
testadipapaia :
Prova a cercare i responsabili di Cantiere-Evento, si occupano proprio di questo!!
Dopo una prima esperienza Lionese di realizzazione partecipata di un parcheggio interrato in Piazza dei Celestini (1993) "Cantiere-Evento" è arrivato in Italia prima per alcuni interventi a Torino (sede Telecom, passante FS, parcheggi responsabile Dioguardi) poi a Reggio Emilia per il teleriscaldamento e poi altro che non ricordo.
Buon lavoro
raffaele :
grazie anche a te Testadi...,
mi hai fatto scoprire che cantiere evento è un termine parecchio presente nel web e si trovano società interessante.

grazie ancora
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.