ristrutturazione : modalità lavori

messaggio inserito mercoledì 2 maggio 2012 da BRB

BRB : [post n° 289272]

ristrutturazione : modalità lavori

Salve, buongiorno a tutti. Chiedo suggerimenti da chi ha esperienza di Direzione lavori di Ristrutturazioni.

Dovendo pianificare dei lavori di ristrutturazione - per realizzazione di un nuovo appartamento - alla mansarda di un villino di proprietà di due famiglie, una abita al piano terreno, l'altra al piano primo. Alla fine dei lavori una ulteriore famiglia abiterà il piano della mansarda.
Sto cercando di capire come procedere con le fasi di lavoro.

Le modifiche alla mansarda potranno comportare la modifica parziale (forse totale) della copertura e parziali modifiche al piano primo e per variazioni impiantistiche varie.

Secondo voi .. come sarebbe possibile scandire le fasi di lavoro in relazione alle famiglie che vi abitano ? Sarebbe possibile fare in modo che possano continuare ad abitare nei loro alloggi durante l'esecuzione dei lavori ?

Diversamente, cosa avete consigliato al vostro cliente, quando questa ipotesi non era possibile ?

Grazie per l'attenzione.
arch. BRB
ponteggiroma :
Innanzitutto ti consiglio di valutare se la mansarda ha o potrebbe avere i requisiti di agibilità e se hai ancora volume in avanzo per poter modificare e/o alzare il tetto.
In secondo luogo per la eventuale gestione del cantiere , qualora dovessero farsi interventi di ristrutturazione e impiantistici gli appartamenti dovranno per forza di cose essere liberi.
BRB :
Si, grazie per il suggerimento. Già verificato sul RU che ho ancora volume in avanzo. Ma la mia domanda non verteva su questo.

Anche per il cantiere, lo so che per motivi digestione e di sicurezza è senz'altro più idoneo che l'edificio sia totalmente sgombro.
Tuttavia.. essendo che si tratta non di un trasloco di una sola famiglia ma tre .. sto penando ad un'ipotesi diversa.

A conferma di questa possibilità.. ho notato, per interventi di amici e colleghi vari, che hanno trovato soluzioni "ibride", come nel caso dei condomini...

.. è per questo che chiedevo info. altre idee ??



ponteggiroma :
scusami, ma non riesco a capire che alternativa possa esserci al trasloco dei proprietari. Al massimo possono andare via di volta in volta i proprietari dei singoli piani interessati dai lavori lasciando abitati i piani.
biba :
Ciao, in realtà neanche io ho la risposta pronta alla tua domanda, però nel mio studio abbiamo avuto un cantiere simile e posso dirti che la famiglia ha continuato a risiedere nella casa, pur non abitando ovviamente nelle parti di volta in volta interessate dai lavori.
Se c'è una scala comune che disimpegna i vari ingressi ai piani e che arriva fino alla mansarda non dovrebbe essere difficile compartimentare il cantiere. Ti consiglierei comunque di interpellare qualcuno che si occupa di sicurezza (tanto un responsabile x il cantiere dovrà essere nominato), che sarà di certo più pratico di questi problemi.
BRB :

Ok. Grazie Biba, mi hai dato una buona idea.. almeno per alcune fasi del cantiere.

ps. da notare che io sono anche coordinatore.. tuttavia i suggerimenti e ipunti di vista diversi dal nostro servono sempre... anche perché le ricette pronte non ci sono mai (o quasi) !
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.