Relazione tecnica - perizia di parte

messaggio inserito mercoledì 16 maggio 2012 da xunpugnodidollari

xunpugnodidollari : [post n° 290437]

Relazione tecnica - perizia di parte

Ciao a tutti, vorrei una informazione riguardo alle perizie di parte, in quanto è la prima volta che mi trovo a doverne affrontare una.
Premessa: un gruppo di quattro condomini, sentito il parere di un legale, mi ha contattato per richiedermi una perizia riguardo a lavori di ristrutturazione dei frontalini dei balconi, sostituzione di alcune copertine spaccate e riverniciature delle ringhiere. Sembrerebbe che i lavori siano non siano stati eseguiti a regola d'arte, infatti dopo soli due anni i frontalini dei balconi degli ultimi 4 piani stanno cadendo a pezzi, la verniciatura presenta diversi difetti. L'amministratore non vuole procedere, in qualità di condominio, non reputando i difetti rilevanti. In realtà, sentiti i condomini che vogliono la perizia, il direttore dei lavori è in rapporti di parentela con l'amministratore.
Ora le questioni su cui vorrei un consiglio sono:
- se posso fare il sopralluogo di sole quattro unità immobiliari, dovrò redigere quattro perizie riferendomi ai singoli appartamenti, è corretto?
- dopo soli due anni è abbastanza strano che un intonaco realizzato a regola d'arte cada a pezzi in quel modo. Tuttavia se il capitolato dei lavori è stato rispettato e i materiali usati sono quelli concordati con il condominio, è rischioso (da un punto di vista deontologico) contestare la corretta esecuzione dei lavori senza potere individuare la causa precisa del distacco?

Grazie per gli eventuali consigli
IPE400 :
La perizia di parte la puoi effettuare unica indicando nella relazione i vari appartamenti visitati; meglio anche evidenziarli in planimetria e possibilmente anche su un elaborato grafico dei prospetti.
Se l'intonaco è caduto dopo soli due anni, certamente il lavoro non è stato eseguito a perfetta regola dell'arte e comunque, dopo aver attentamente analizzato il capitolato ed accertato, sempre se possibile, le eventuali cause, puoi certamente contestare la realizzazione delle opere perché la contesti all'impresa e non al direttore dei lavori che dovrebbe rispondere, caso mai, del mancato controllo sull'esecuzione a regola dell'arte da parte dell'impresa.
Le perizie tecniche di parte devono essere redatte con attenzione e professionalità anche perché sono poi strumentalmente utilizzate dagli avvocati.
in bocca al lupo
xunpugnodidollari :
Ciao, grazie per la risposta. Alla fine ne dovrò farne quattro, perchè ogni proprietario vuole la propria fattura. A tal proposito, per la tariffa come ci si può regolare?
Grazie ancora
ponteggiroma :
Per esperienza vissuta, spesso i frontalini si degradano dopo poco tempo da quando sono rifatti anche se realizzati a perfetta regola d'arte per il semplice motivo che non sono state eliminate le cause di infiltrazioni d'acqua ovvero le copertine e/o pavimentazione soprastante. Verifica quindi che tali lavorazioni siano state previste in sede di capitolato o prescritte successivamente. Poi per il resto sta a te ed alle tue valutazioni.
xunpugnodidollari :
Grazie per il suggerimento ponteggioroma! in effetti è una delle cause che anche secondo me possono avere generato i problemi di distacco. Poco fa, visto che conosco uno dei condomini, ho fatto un primo sopralluogo informale nel suo balcone per rendermi conto e farmi dare il capitolato. I frontalini, nelle parti dove non hanno ceduto, non sembrerebbero fatti male, anche se probabilmente sarebbe stato saggio inserire una rete antifessurativa (lavorazione non prevista in capitolato e da una osservazione diretta dei punti dove è caduto l'intonaco, sembrerebbe in effetti non esserci). Nei punti dove si è spaccato, si sta completamente staccando a pezzi grossi e a scaglie e penso che sia appunto un problema di infiltrazione. Da quanto ho visto hanno sostutuito solo alcune copertine, nel capitolato infatti viene indicata la sostituzione solo di quelle lesionate e con la riapertura dei vecchi giunti, procedendo a una nuova sigillatura tra copertina e pavimento (non sostituito) con malte poliuretaniche. In alcuni punti ho visto dello stucco che sembrerebbe a base poliuretanica per la compattezza che ha, ma in molti punti secondo me è rimasto il vecchio stucco e in altri è addirittura assente (non so se si è ritirato all'interno del solaio per le sollecitazioni del balcone) o non è stato proprio messo. E comunque anche dove è stato messo quello nuovo, si sta già staccando a pezzi. Infine, non essendo stato sostituito il vecchio pavimento, probabilmente ci sono infiltrazioni anche dalla vecchia pavimentazione.
I balconi dei primi due livelli non presentano questi problemi, probabilmente perchè sono più riparati.
Grazie
IPE400 :
hai già scritto buona parte della perizia tecnica.......un consiglio che ti do è quello di non entrare troppo nei particolari e di essere sempre molto sicuro di quello che scrivi; devi sempre poter difendere adeguatamente le tue posizioni.
Per quanto riguarda la parcella non c'è più purtroppo nessun riferimento da seguire....comunque fatti pagare perché sono solo rogne.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.