Cambio Destinazione d'uso

messaggio inserito lunedì 24 settembre 2012 da Dario

Dario : [post n° 299254]

Cambio Destinazione d'uso

Salve ho un appartamento ad uso residenziale al primo piano di un edificio e vorrei trasformarlo in ufficio (A10). L'agenzia immobiliare a cui ho dato mandato di fittare l'appartamento mi ha detto che è possibile fare una predisposizione ad uso ufficio senza effettivamente variare la categoria catastale. Poi dopo averla fittata effettuare la variazione.. E' fattibile come cosa? Cosa intende per predisposizione ad uso ufficio?
grazie.
ponteggiroma :
la categoria catastale o si cambia o non si cambia... comunque da residenziale ad uso ufficio dovresti pagare di +. Secondo me per "predisposizione ad uso ufficio" senza presentare la pratica l'agenzia intendeva che se vuoi puoi metterci i tavoli ecc... Ma se la deve prendere in affitto una società x e ci dovrà stabilire la propria sede dovrà necessariamente essere effettuata la variazione catastale con relativa pratica in comune. Ti consiglio anzi di farla prima la variazione in quanto chiunque ci venga a prenderla ti chiederà subito la categoria catastale.
maxxx :
Devi fare una scia in comune, pagare gli oneri di urb e contributo di costruzione e poi puoi fare la variazione al catasto.
Se prima fai la variazione e poi presenti la scia dovresti allegare una planimetria catastale che non è conforme.
ponteggiroma :
ovvio che quando dico "... fare prima la variazione..." intendo dire fare tutte le pratiche inerenti la variazione prima di AFFITTARE e non fare prima la variazione catastale e poi la comunale!... mi sembrava scontato quello.
maxxx :
Ho solo precisato, molto spesso certe cose non sono affatto scontate per molte persone, soprattutto per chi non è del mestiere.
paolo :
i consigli delle agenzie immobiliari, senza fare demagogia, non sempre sono eticamente ineccepibili...
cosa figura nel contratto di affitto, che una società o un professionista prende in affitto un appartamento ???
Io penso che sia corretto fare il cambio di destinazione d'uso in Comune, anche senza opere (a Milano è una semplice comunicazione e non comporta il pagamento di oneri) e poi fare la variazione catastale.
Ovvio, pagherai di più di IMU...ma così è tutto corretto.
ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.