Responsabilità DL sulle forniture di beni

messaggio inserito mercoledì 14 novembre 2012 da Ri.Co. Arch

Ri.Co. Arch : [post n° 303314]

Responsabilità DL sulle forniture di beni

Salve a tutti, vorrei un parere su questo aspetto:

Ristrutturazione di un paio di anni fa scarsi, garanzie di legge sui beni di consumo ancora valide. Tre maniglie rubinetti e un flessibile di carico acqua rotti.
la catena è la solita: impresa che fornisce ed installa, a monte il fornitore grossista e ancora a monte il produttore.
Questo il consiglio del suo avvocato, raccomandata a:
Venditore (impresa), installatore ( idraulico) , distributore, produttore (xxx) , direttore lavori (te) e a due associazioni: aduc e agcom.

Il cliente ha ragione secondo me, ha diritto alla sostituzione, ma io come DL, con lavori liquidati ed accettati dal cliente a suo tempo...devo essere tirato in causa con raccomandata? ho delle responsabilità su questo?
grazie
ponteggiroma :
be che dici tu...? Se il materiale era visibilmente danneggiato o non funzionante da subito penso che un pò di responsabilità del DL che ha collaudato il tutto ci dovrebbe essere. Altra cosa è se trattasi di vizi occulti...
john :
Gli avvocati non vedono l'ora di scrivere, addirittura l'aduc per due rubinetti? e se aveva un difetto un impianto a pavimento? se si crepava un tramezzo?Bah....

Se l'avvocato lo ha detto tanto per fornire una possibile strada ok, ma se già si è messo in queste condizioni per un rubinetto rotto dopo due anni e un flessibile poveri noi!

Per carità, niente da dire sui diritti del cliente, ma prima di tutto andrei a vedere questi "difetti" da dove nascono, flessibile già usurato? tu come DL lo avevi accettato? Rubinetti? già visibilmente danneggiati o presumibilmente di scarsa qualità visto che se ne sono rotti 3? dopo due anni cosa cerca? c'è la garanzia si possono tranquillamente sostituire previa verifica che si tratti di danni in garanzia.

Chi te lo dice in due anni cosa ci fa il cliente con le maniglie o con i flessibili?

Comunque tu a mio avviso se avevi accettato il materiale e non hai riscontrato difetti scrivi una bella letterina dove dichiari che all'epoca dei lavori tutto era ok, lo hai collaudato e quindi lo consideri materiale adeguato e montato correttamente. Rientrasi in difetti occulti che tu non potevi constatare (difetti di fabbrica dopo due anni?mmmh)? Non so quanto sia tua la colpa.
Altro discorso se non hai controllato nulla, se non hai verificato il corretto montaggio...allora potresti avere qualche rogna.
Kia :
Ma ti hanno tirato in causa sul serio o ti hanno mandato la raccomandato semplicemente "per conoscenza" dato che eri D.L.?
Per quanto riguarda l'eventuale scarsa qualità della rubinetteria come dice Jhon, di quello secondo me non sei responsabile perchè se il cliente vuole il rubinetto da 30 euro comprato al castorama non lo puoi mica obbligare a prendere quello da 150 euro di marca di comprovata qualità superiore. Bisogna un attimo vedere come si sono svolti i fatti. Nei cantieri che seguo per studio la rubinetteria se la sceglie il cliente in base ai suoi gusti e a volte se la va a comperare direttamente in negozio e poi la porta in cantiere consegnandola all'idraulico. In tal caso sono affari suoi se fa una scelta sbagliata.
ponteggiroma :
ok ragazzi... scusate se insisto sulla mia posizione, ma come d.l. avremo pure delle reponsabilità se una cosa non funziona o no? Voglio dire quanto meno prima di liquidare l'impresa almeno la verifica sui lavori fatti e sulla funzionalità di quello che è stato installato andrebbe effettuata. Poi se dovesse risultare difettoso il materiale acquistato dal committente si fa presente da subito e lui decide che fare... O no?
john :
Hai ragione ponteggi, ma dipende anche dal rapporto con la committenza e lo stato dei fatti. Penso che se vado ad acquistare un bel televisore 40" HANSEN da 320 euro e non un bel Panasonic da 1000 euro e dopo due anni si rompe non posso prendermela con tutto il mondo. Dipende dall'uso che ne fai, dalla garanzia che hai e dalle condizioni iniziali.

Io penso e confermo che se il DL verifica che i rubinetti all'acquisto sono scelti dalla committenza, magari di scarsa qualità, ma funzionanti e montati per bene, se dopo due anni si scassano non si può dare responsabilità alla DL.

Poi sai che c'è ogni caso può essere a se per quante ne ho viste, avvocati messi in mezzo anche per faretti led bruciati dopo un anno.
ponteggiroma :
john, mi sa che stiamo parlando della stessa cosa... mica possiamo garantire in qualità di dl per vizi occulti o per difetti che si rilevano dopo due anni. Io parlavo solo del collaudo a fine lavori... Altrimenti staremmo freschi!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.