Radiatori wc

messaggio inserito mercoledì 12 dicembre 2012 da Tes

Tes : [post n° 305341]

Radiatori wc

Ciao a tutti, scusate la domanda...sto lavorando ad una ristrutturazione di un locale che diventerà un micronido. Il locale ha riscaldamento centralizzato (caldo tremendo). andrò a inserire pareti in cartongesso per creare i vari ambienti e , oltre ai radiatori esistenti che andranno a finire principalmente nelle aule, dovrei prevedere quelli per i nuovi wc disabile e adulti, oltre che spogliatoio e cucina. Ma facendo un caldo infernale in quell'ambiente (attualemente quasi open space), secondo voi è indispensabile, in vista delle pareti leggere che si creeranno, inserire radiatori per wc, disabili e spogliatoi, oppure potrebbe essere suff. il calore tropicale già presente?

Scusate la domanda ma non mi è mai capitato qualcosa del genere :(

Grazie infinite a tutti!
desnip :
Non so assolutamente risponderti dal punto di vista tecnico, però vorrei fare una riflessione.
Quello che per me e te può sembrare un caldo tropicale, magari non lo è per un nido d'infanzia. Tu per "caldo tropicale" cosa intendi? Penso che per un locale simile bisogna rispettare determinati valori di temperatura.
lorieli :
come dice desnip forse ci sono dei valori da rispettare..... a parte questo, io metterei cmq dei caloriferi nei bagni perchè considerando che tra poco si dovrà mettere il contabilizzatore di calore su ogni apparecchio e quindi ridurre in ogni locale la temperatura.... beh, avere un bagnetto con il fasciatoio riscaldato nn mi sembra male. Mmagari sono sovradimensionati i caloriferi, fai un calcolo, chiedi consulenza ad un termotecnico....
Dotting :
Il progettista deve impegnarsi a garantire il comfort termico all'interno dei locali, quindi quel caldo tremendo è un problema che deve esser risolto (per legge), esiste una norma UNI (en iso 7730) sulle caratteristiche degli ambienti termicamente moderati.

Tra l'altro il sovrariscaldamento dei locali ad uso continuativo è una situazione penalizzante per i locali ad uso saltuario, per garantire il comfort la temperatura di uno spogliatoio deve essere maggiore di quella del locale da cui si proviene, questo per via dell'isolamento termico dell'abbigliamento (misurato in clo).

Infine i radiatori riscaldano movimentando un grande volume di aria, una parete anche se leggera di certo è uno schermo alla convezione e quindi "bloccherebbe" il tuo caldo tropicale.

Per non sapere né leggere né scrivere potresti puntare ad una valvola termostatica con bypass al collettore (se presente) per il problema surriscaldamento e controsoffitto radiante elettrico per gli spogliatori. Ventilazione meccanica per il controllo degli sbalzi di temperatura.
Ovviamente tutto dipende dal caso specifico ma era giusto per dare un idea.

Attenzione poi a non finire nella "ristrutturazione dell'impianto termico" con tutte le conseguenze del caso, ma se non erro sei certificatrice e quindi ne saprai più di me in tal senso :)
Tes :
Grazie a tutti ragazzi, cercherò di farmi un'idea...per ora ho 32030459 cose che mi frullano per la testa e sto impazzendo...
Eh si dotting :) ricordi bene...devo trovare soluzioni semplici ed economiche e col cavolo che ristrutturo l'impianto termico ahahahahahh!!
Dotting :
Ah, giusto una cosa, il termotecnico si occupa principalmente degli impianti di riscaldamento, la figura "preposta" alla valutazione del comfort termico nei locali è l'ing. edile, quindi se proprio bisogna chiedere una consulenza meglio scegliere il professionista giusto ;)

Comunque immagino che il periodo sia pieno di pensieri, come tutti noi starai pensando a come spendere la tua bellissima tredicesima :D
Tes :
aahahahahah Dotting...grazie ancora per le info...e si, sto proprio pensando a quello ma un'ideuzza mi è venuta su come spenderli...inarcassa a dicembre e tasse da mettere via per l'anno prossimo...oltre ai 1000 eurini di aumento di inarcassa che ci aspettano da gennaio...

Sigh sigh...forse per natale un magrissimo pandoro, che d'oro avrà poco!!
Tata72 :
Oltre che architetto disgraziato sono anche supplente maestra di scuola per l'infanzia e ti posso garantire che il caldo tropicale in un asilo è assolutamente normale. E se lo dico io che è caldo, che smetto di battere i denti attorno ai 25 gradi, deve esserci davvero caldo!!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.