Riscaldamento radiante elettrico

messaggio inserito martedì 7 maggio 2013 da Andrea

Andrea : [post n° 315779]

Riscaldamento radiante elettrico

Buongiorno a tutti,
vorrei la vostra opinione o meglio ancora esperienze sugli impianti radianti elettrici (pavimento o parete). Tralasciando il discorso dei campi magnetici/fonti rinnovabili, che richiederebbero una discussione a parte, possono essere una valida alternativa per case a basso consumo energetico (3-4000 kWh/anno)?.

Mi sono posto questa domanda perchè, per una nuova abitazione, evitare tutta la parte idraulica e centrale termica significa evitare circa 10.000€ di investimento iniziale. Ipotizzando un costo annuo superiore anche di 1000€ in bolletta significa dilazionare in 10 anni quell'investimento iniziale, senza contare che - non avendo impianti - si evitano manutenzioni e inconvenienti di ogni genere. Inoltre in 10 anni il fotovoltaico con accumulo su batteria potrebbe diventare accessibile diminuendo quindi la spesa annuale di elettricità.

Per quanto riguarda il comfort, penso che il calore da irraggiamento sia il migliore ed evitare la classica massa termica di un impianto idronico in una casa molto isolata sia positivo per sfruttare al massimo gli apporti gratuiti grazie alla risposta rapida del sistema.

Sono architetto da 3 anni e non ho molta esperienza, quindi mi affido alle vostre risposte per avere qualche consiglio e capire se i miei ragionamenti sono sbagliati o meno. In rete trovo solo commenti negativi sui sistemi di riscaldamento elettrici, ma viene sempre considerata solo la "bolletta"..

Grazie,
Andrea
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.