Legnaia in aderenza muro di confine

messaggio inserito giovedì 26 giugno 2014 da bubby

bubby : [post n° 344110]

Legnaia in aderenza muro di confine

Il vicino di un conoscente ha molti anni fa realizzato un ricovero per la legna sopraelevando due muretti di cinta angolari a 2,2mt e coprendola con una tettoia metallica di modesta profondità (in sostanza ha realizzato una tettoia fissa a "L" a sbalzo su 2 lati chiusi da muri h.circa 2,2mt). Ora questo conoscente mi chiede se può costruire anche lui una legnaia chiusa, una tettoia fissa o qualcosa di simile in appoggio ad uno di questi muri. Il regolamento edilizio parla solo di casette per ricovero attrezzi in legno di max 10mq o pergolati senza copertura aperti su tutti i lati, da costruire a confine se con assenso dei vicini, a 1,5mt in mancanza. Come si configura la tettoia del vicino, secondo voi è regolare? Ed essendoci già il muro di cinta a confine ci si può addossare senza chiedere permessi al vicino?
GeoAlessio :
...Siamo nel tipico caso in cui il vicino ha costruito in aderenza al muro di confine (lavorazione non possibile), ed in aggiunta non ha chiesto nemmeno il consenso del confinante...Ergo hai 2 possibilità... O il vicino del tuo conoscente costruisce anch'egli senza permessi e consensi (comportandosi tale e quale come ha fatto il primo), esponendosi a controlli che contesterebbero l'abuso edilizio ad entrambi; l'altra ipotesi è fare le cose a rigore di legge, chiedendo i permessi necessari e, laddove lo ritenesse opportuno, segnalare agli organi preposti l'abuso edilizio perpetrato da parte del vicino...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.