preventivi, pagamento

messaggio inserito domenica 29 giugno 2014 da deste

deste : [post n° 344204]

preventivi, pagamento

Buonasera a tutti, ormai notte anzi. Desideravo chiedervi un consiglio, sono un architetto neolaureato, e percio non molto esperta in contrattazioni.
La situazione è questa: Ho eseguito i rilievi personalmente aiutata da ex colleghi dell'università di un vecchio casolare che apparteneva a mio nonno, grande di circa 400mq, con l'idea di ristrutturarlo attraverso un finanziamento. Ho contattato un azienda, per effettuare la manutenzione ordinaria del casolare, non sarebbe servito un progetto, ogni partizione sarebbe rimasta identica, bastava il rilievo dello stato di fatto per effettuare un preventivo di massima, le piante erano già quotate ed avevamo gia effettuato la distinta dei metri quadrati per ogni vano. L'azienda si sarebbe dovuta occupare di selezionare le voci da capitolato e i metri quadri relativi ad ogni lavorazione. Premetto che la ditta dista 200km dal casolare e fu contattata perchè il titolare era amico di amici. Effettuarono il primo sopralluogo in tre, con non meglio specificata funzione all'interno del cantiere. in quell'occasione gli ho fornito i disegni, gli ho richiesto un preventivo che non superasse un tot., e il durc, come al solito, specifico che non ho firmato nessun incarico. Dopo alcuni giorni, si sono ripresentati in tre (premetto che gli dissi che sarei potuta andare io nel suo studio ma mi disse di no) due erano gli stessi, il terzo un capocantiere credo, e, come da accordi mi consegnarono il preventivo, senza Durc. Il documento presentatomi composto da due preventivi, che loro chiamano computi metrici (entrambi di molto superiori alla cifra stabilita a voce), di circa 10 pagine in A4 l'uno, erano timbrati in ogni pagina senza nemmeno la menzione della partita Iva, solo col numero di telefono e il nome della società. Premetto che già il fatto che non mi avessero consegnato il Durc mi ha lasciata perplessa, e vedere un timbro cosi poco specifico e prezzi cosi alti mi hanno avvilita ancora di piu, ho deciso di non effettuare i lavori o se non altro rimandarli a momenti piu adatti. Premetto che sono disposta a prescindere a pagare le lavorazioni effettuate da professionisti, perche desidero che lo stesso avvenga nei miei confronti, ma nel momento in cui gli ho detto che non avrei effettuato i lavori, mi ha presentato una fattura di 2430,00 euro piu iva al 22%, per un totale di € 2'964,46.
1) sopralluogo con in cantiere con presa visione delle opere da eseguire e acquisizione di disegni dell'immobile dello stato attuale
2) esecuzione di computo metrico sviluppato dal progetto stato attuale con tutte le opere da eseguire compreso di consulenza per il lavoro e delle opere.
3) viaggi
computo metrico con sviluppo misure e descrizioni lavori € 900,00
km in totale per 2 viaggi € al km 0.80 x 1100 =
€ 880.00
consulenza e lavoro eseguito il Titolare ore 8 ore x 3 persone € 23.00
€ 650,00

Mi sembra un esagerazione. Io non ho ancora ricevuto il Durc e considerato che ogni misurazione e ogni disegno l'avevamo gia effettuato e hanno solo eseguito un preventivo da prezziario, vi chiedo come vi comportereste voi in un caso simile paghereste tutto? è' una cifra plausibile?
Grazie dell'attenzione
giulio :
Hai avuto la tua prima lezione professionale: Non fidarti di nessuno e in particolare degli amici degli amici...
Di solito i preventivi le ditte li fanno gratuiti, e qualche volta ti fanno anche un po' di rapida progettazione, ma se chiami un'eminenza della tua facoltà si fa pagare anche il viaggio.
Le domande di base sono: hai firmato qualcosa? una ricevuta dei computi? come ti è arrivata la fattura? per raccomandata? il casolare è intestato a te? sei sicura sia una fattura? o è un proforma?
la differenza che la prima ha numero e data, la seconda solo la data, ci sono gli estremi per il pagamento (iban ecc) ?
Siamo d'accordo sul pagamento di un professionista ma l'impresa mi pare poco professionale avrebbe dovuto dire dall'inizio che il suo intervento avrebbe comportato delle spese.
io se avessi pagato 1% dei preventivi che ho chiesto sarei all'elemosina. io sono dell'idea di non pagare nulla
john :
Concordo, e aggiungo, questo è un mondo di squali e quindi bisogna adeguarsi. Da come scrivi tu sei in buona fede, loro a mio avviso un po' meno e ci stanno provando.

La fattura o presunta tale, va contestata, per prima cosa trovandosi davanti all'interessato (impresa o chi per lui) molto civilmente dire esattamente quello che dici a noi.

I rilievi sono stati fatti da te, da nessuna parte e in nessun contratto neanche verbale si parla di queste cifre per prestazioni di consulenza e/o redazione di preventivi, "acquisire" disegni fatti da altri non mi sembra proprio una voce di preventivo che possa avere diritto ad una retribuzione, i viaggi nessuno glieli ha chiesti, dimostrare di grazia in cosa è consistita la "consulenza" di 8 ore per 3 persone, oltretutto il termine consulenza è reiterato più volte, computo metrico di cosa che le misure sono state rilevate da te....carenza di documentazione attestante le qualifiche dell'impresa....etc etc etc

alla fine direi...visto che è giusto pagare il lavoro svolto, di farsi quantificare il costo del capitolato per descrizione dei lavori e la stampa di due fogli di preventivo, che comunque di solito è gratuito. vogliamo fare 200 euro? sono pure tante.
Se non mollano io non pagherei un centesimo e minaccerei una bella lettera da parte di legale dove verrà chiesto di giustificare tutte i paroloni quali "consulenza", "consulenza per il lavoro svolto" (quale?), "consulenza e lavoro eseguito" (ariquale?), se tutte le persone coinvolte fossero necessarie per una "presa visione e acquisizione dei disegni"....

ovviamente per fare questo bisogna andarci carte alla mano e con una certa decisione altrimenti questi volponi ti si mangiano

Da qui, ovviamente, anche se amici di amici di amici, iniziare una campagna pubblicitaria in negativo verso suddetta impresa, avvertire gli amici che gli amici tanto amici non sono.

Questo farei io....e senza neanche tanti dubbi
lina_ :
io con gli amici di amici mi sono sempre trovata in difficoltà... alla fine ti chiedono sempre di più degli altri chissà per quale strano vincolo di amicizia. Fai come ti dicono i colleghi sopra, non insistere sul durc che in questo momento non ha valore, non essendo stato affidato un incarico. Le ditte, così come i professionisti, i preventivi li fanno gratis, anche se a volte bisogna lavorare un po', per prendere un lavoro si fa anche queso.
Ciao
Alle :
certo che se mi pagassero 3000 euro per fare un preventivo sarei milionario
ti hanno fatto una prestazione non richiesta, e visto che non hai firmato nessun contratto non sei tenuta a pagarli
cavolo un condominio quando deve fare lavori di manutenione di solito chiama 3-5 ditte per farsi fare dei preventivi, gli viene a costare di piu' i preventivi che il lavoro stesso
DR COSTA :
Benvenuta nella giungla.
Allora se non hai firmato nulla e loro a voce non ti hanno detto che la stesura del preventivo aveva un costo, non gli devi un euro; basta rivolgersi ad una associazione a tutela dei consumatori.
La cosa è molto semplice; prima una telefonata dove molto amichevolmente gli dici che non gli paghi un euro se insistono lettera raccomandata dove spieghi che non paghi un euro in quanto non eri stata messa a conoscenza che la stesura del preventivo avrebbe comportato un costo per il richiedente.
Io è dieci anni che faccio l'architetto ed una cosa così non mi era mai capitata.
Ma poi scusa il casolare è tuo o no????
ponteggiroma :
scrivi scrivi scrivi ... contestando e spiega a questi signori cosa hai fatto tu e cosa hanno fatto loro.
Capacissimi di agire per vie legali questi, ma almeno tu avrai lasciato una traccia di come sono andati realmente i fatti.
Ps lascia perdere il durc che a questo stato non c'azzecca niente
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.