Dimissioni

messaggio inserito martedì 29 luglio 2014 da Anonimo

Anonimo : [post n° 345781]

Dimissioni

Buona sera,
Lavoro in un piccolo studio da 8/10 anni, con un unico architetto.
Vorrei interrompere la mia collaborazione.
Devo dare un preavviso?
Di quanto?
Il contratto / scrittura privata sottoscritto è ormai scaduto da anni.
Avete un fac simile?

Grazie molte, buona serata
biba :
Caro Anonimo, in che forma hai esercitato la tua collaborazione finora? Immagino partita iva. In ogni caso se non hai un contratto non hai neanche degli obblighi, preavviso compreso. Ovvio che una cosa sono gli obblighi codificati e un'altra cosa sono i vincoli professionali che tu ti senti di avere nei confronti del titolare dello studio. Annunciare verbalmente le tue dimissioni e dare 1 mese di preavviso credo sia più che sufficiente.
kia :
scusa Anonimo, ma se hai un contratto in vigore trovi tutto scritto mentre se sei a p.iva vorresti dargli il preavviso scritto?!!! mettiti d'accordo sul passaggio delle consegne e fine. Se invece è uno che non ti paga e ti ha trattato come una pezza da piedi, tanti saluti e te ne vai.
Non inventiamoci obblighi dove nn ce ne sono.
john :
Anonimo non dice di essere architetto abilitato, potrebbe anche essere un disegnatore o avere altri ruoli (contratto a progetto, etc.etc.)....detto ciò, come suggerisce kia, se aveva sottoscritto un contratto le condizioni di recesso sono scritte lì, anche fosse scaduto avresti comunque una pezza di appoggio...altrimenti va capito cosa si intende per "collaborazione"....pochi dati per far le cose per bene e non incorrere in ritorsioni.
kia :
beh, se avesse un contratto a progetto (co.co.pro) scaduto da anni di per sé sarebbe abbastanza grave....
Anonimo :
Ho iniziato a collaborare in questo studio dopo la laurea, successivamente ho preso l'abilitazione e aperto la partita IVA. Dal 2008 quella specie di contratto firmato non è mai stato rinnovato.
I pagamenti sono abbastanza puntuali.
Gli orari però stanno diventando impossibili (circa 12 ore al giorno con pausa pranzo di 5 minuti).
Ultimamente è capitato di venire maltrattata davanti a clienti e fornitori.
Vorrei chiudere la collaborazione in modo corretto
kia :
"Ultimamente è capitato di venire maltrattata davanti a clienti e fornitori.
Vorrei chiudere la collaborazione in modo corretto "
per me è un ossimoro.
john :
Ok visto che la situazione è questa, ovviamente dopo il saldo dell'ultima fattura emessa direi "arrivederci" e punto, altro che modo corretto. Il giorno successivo non mi presenterei proprio. E provasse a fare una telefonata che gli faccio scrivere dall'avvocato...
biba :
complimenti per la correttezza, forse anche troppa! Stai tranquilla che non hai nessunissimo obbligo formale nei confronti di questo "signore". Salutalo al più presto senza farti dei problemi.
ponteggiroma :
Io rimarrei qualche settimana altra per far sapere ai vari fornitori, imprese e professionisti che bazzicano lo studio, che stai per metterti in proprio e che quindi ti rendi disponibile per continuare ad assisterli anche dopo. Partivoanch'io dalla tua stessa situazione nel 2005 e devo dire che grazie a questi contatti sono riuscito ad avviarmi da solo. In bocca al lupo!
kia :
pensa che a me i "contatti" dello studio mi chiedono quando penso di mettermi in proprio!ah!ah!e qualcosa abbiamo anche fatto per conto nostro senza lo studio di mezzo. Quoto ponteggi
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.