Edificio fantasma?

messaggio inserito domenica 3 agosto 2014 da Valerio Roma

Valerio Roma : [post n° 345983]

Edificio fantasma?

Buonasera, la nostra situazione è la seguente.
Ci troviamo a dover regolarizzare un immobile, la cui licenza risale al 1971, che non risulta presente nel catasto urbano. Da visura, sia per immobile che per soggetto, non v'è traccia di questa abitazione. Nei documenti fornitici dagli eredi è presente solo la suddetta licenza.
Come dobbiamo procedere per capire se, a mancare, è solo l'accatastamento o anche il fine lavori con il collaudo?
Inoltre, da un primo sopralluogo (effettuato dalla strada, visto che sia l'edificio che il lotto sono ricoperti da una fitta vegetazione), l'immobile sembrerebbe difforme dal progetto di licenza. Se così fosse, quali sarebbero le ulteriori procedure da adottare?
Grazie
ivana :
ma sei un tecnico? Se no ti consiglio di rivolgerti ad un architetto. Se sì: 1- richiedere al comune copia della licenza. 2- Verificare se lo stato di fatto è conforme allo stato legittimato 3- Se non è conforme verificare se è sanabile in base alle normative. 3- accatastare
ivana :
a volte i fabbricati non presenti in visura, sono presenti in mappa. Verifica che esista in mappa prima di dichiarare il mancato accatastamento
Valerio Roma :
Ciao Ivana, ho verificato e anche in mappa non esiste, quindi credo proprio che ad un certo punto, anni fa, si sia proceduto in difformità di titolo e conseguente mancato fine lavori. Ora a me interessava soprattutto averte certezza di ciò prima di riferire all'erede la situazione. Credi che la richiesta di un certificato di destinazione urbanistica sia utile( era intenzione del cliente verificare la possibilità di ampliamento), o al contrario rischierei di denunciare al comune l'eventuale abuso?
ivana :
Non è detto che non ci sia fine lavori, semplicemente forse non l'hanno accatastato. la richiesta del certificato di destinazione urbanistica è inutile, riporta le normative afferenti al terreno/fabbricato, cosa che come professionista puoi estrapolare tu. Se lo vuoi richiedere però non autodenunci nulla, è solo un inutile costo per il tuo committente. Devi assolutamente richiedere copia della licenza in comune. Ottenuta quella puoi iniziare a fare tutte le ipotesi. PS impossibile valutare la possibilità di ampliamento di un fabbricato se non si sa se è abusivo e/o conforme!
giulio :
Ho trovato diversi fabbricati (anni settanta) registrati al catasto ma mai riportati in mappa, ma bisogna trovare una ricevuta di registrazione per iniziare la pratica, peggio poi i terreni e i frazionamenti... una volta ho trovato accatastato il primo e il secondo piano... e il piano terra?? no!
giulio :
Ho trovato diversi fabbricati (anni settanta) registrati al catasto ma mai riportati in mappa, ma bisogna trovare una ricevuta di registrazione per iniziare la pratica, peggio poi i terreni e i frazionamenti... una volta ho trovato accatastato il primo e il secondo piano... e il piano terra?? no!
Valerio Roma :
Grazie Giulio, prima cosa da fare ora é chiedere ogni singola pratica al clientE e fare un collage...sperando di trovare qualche pezza d'appoggio.
Valerio Roma :
Si si la licenza infatti é l' unica cosa certa che ho, dovrei chiedere tutta la documentazione in possesso al cliente per fare un quadro più preciso della situazione.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.