pompa di calore?

messaggio inserito martedì 2 settembre 2014 da Marco

Marco : [post n° 346720]

pompa di calore?

Ciao!
sto seguendo una sistemazione di un piccolo studio ricavato in una residenza, il locale non era mai stato riscaldato, ora le opzioni paiono o collegalo all'impianto esistente di riscaldamento a radiatori, facendolo "a zone" in modo che siano controllabili separatamente, oppure installare una pompa di calore (tipo condizionatore) dedicata solo a quell'ambiente.
I tecnici delle caldaie e simili affermano che siano due soluzioni ugualmente valide, che le pompe di calore di nuova generazione non hanno problemi fino a -15°C (siamo in Emilia, quindi a -5°C ci si arriva tranquillamente). Io mi chiedevo però (ammesso e non concesso che sia vero che non hanno problemi anche a basse temperature esterne) se effettivamente sia confortevole un ambiente riscaldato ad aria, dove comunque la permanenza è lunga (almeno le 8 ore lavorative)...
Qualcuno ha esperienza in merito?
grazie mille!
nikosky :
a mio avviso quello riscaldato ad aria è idoneo anche nei locali a lunga sosta. rispetto ai normali radiatori puoi avere una maggiore efficienza durante l'accensione e una maggiore area di copertura. di contro appena spegni l'aria in pochi minuti gli ambienti tendono a raffreddarsi più velocemente del sistema tradizionale.
hai valutato il riscaldamento a pavimento?
per le temperature puoi fare affidamento alle schede tecniche delle macchine. quelle di marca solitamente non hanno problemi. purtroppo con macchine non adeguate si rischia il blocco in caso di gelo perchè alcune macchine vanno in blocco antigelo ad alcune temperature. considera però che molti edifici pubblici solo alimentati con macchine di questo tipo e poi un sistema di questo genere ti consentirebbe di fare caldo freddo con un unico impianto (cosa da non sottovalutare).
Marco :
Grazie del consiglio! Il riscaldamento ad aria personalmente lo trovo fastidioso (a livello soggettivo dico) tutte le volte che mi capita di stare in ambienti con ventilconvettori, ma la maggior parte delle volte sono sistemi non proprio all'avanguardia...
il riscaldamento a pavimento non è conveniente perchè è già presente un sistema funzionante di radiatori e si dovrebbe adattare anche la caldaia con costi aggiuntivi direi...
Hai ragione che con una pompa di calore si fa sia caldo che freddo ma l'ambiente in questione solitamente non necessita di condizionamento estivo in quanto è particolarmente fresco...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.