LAVORI PUBBLICI:utilizzazione degli imprevisti da quadro economico

messaggio inserito martedì 2 settembre 2014 da Antonio

Antonio : [post n° 346768]

LAVORI PUBBLICI:utilizzazione degli imprevisti da quadro economico

Salve, ho realizzato un progetto esecutivo per una Pubblica Amministrazione e sto per iniziare la direzione lavori. Ho dimenticato di inserire una lavorazione ed ho inserito una voce sbagliata che adesso dovrei eliminare. Sapete consigliarmi? conviene utilizzare i soldi accantonati per gli imprevisti?
nikosky :
dipende.
se la voce è sbagliata ma non comporta una modifica sostanziale basta fare un'ordine di servizio cosi da lasciare traccia della cosa e nell'ordine dai le direttive sul da farsi.
per quanto concerne la lavorazione non inserita puoi utilzzare di certo gli imprevisti o facendo delle economie su altre lavorazioni che non compromettano la qualità. se tale lavorazione non comporta una spesa eccessiva e/o una remissione temporale potresti comunque accordarti con l'impresa per farlo eseguire.
Durante i lavori - semmai in uno stato più avanzato - puoi verificare se sarà necessaria una variante oppure no. per le lavorazioni che non necessitano di variante (quindi modifiche non sostanziali) ti consiglierei alla fine di fare un quadro comparativo tra i lavori computati e quelli effettivamente realizzati dove potrai aggiungere/sottrarre le lavorazioni o le quantità reali.
Antonio :
Grazie intanto della risposta. per essere più preciso per mero errore non ho inserito i pozzetti in cls precompresso ed ho inserito invece il sovrapprezzo della stessa lavorazione, che costa ovviamente molto di meno (pozzetto € 250 circa mentre il sovrapprezzo è circa € 47). io dovrei eliminare il sovrapprezzo ed inserire la voce corretta ma la differenza di prezzo è circa 12.000 euro che posso trovarlo negli imprevisti ma come lo giustifico? c'è un modo per ridurre qualche altra voce e cambiare questa voce senza effettuare VARIANTE?? grazie
nikosky :
bhe guarda, in fase di realizzazione limando ad esempio gli scavi o verificando l'effettiva quantità dei pozzetti necessari potresti comunque arrivare alla soluzione (verificando se ovviamente questo è possibile). non so bene l'opera in cosa consiste nel complesso, ma in fase esecutiva potresti accorgerti di qualche lavorazione forse "sovradimensionata" da ridurre. cosi è diffcile capire bene il da farsi, intanto parlane comunque con il RUP e con l'impresa. Deduco che i pozzetti siano su piano carrabile, in alcuni punti forse potrebbero essere in pvc (ad esempio nei giardini/aiuole etc) - comunque utilizzando gli imprevisti (che servono anche per questo) non vai in variante, uno nella vita può sbagliare basta solo ammettere l'errore e non averlo fatto appositamente! l'importante è sempre lasciare traccia di quanto si varia dal progetto originario e perchè!
nikosky :
normativamente parlando anche le varianti sono soggette a delle percentuali limite.
www.ediltecnico.it/testo-normativa/4328024/decreto-legislativo-12-4-…

carte alla mano il tuo caso potrebbe rientrare nel comma 3 dell'art. 132 sopra riportato.

***INDICAZIONI SEMPRE DA VERIFICARE***
Antonio :
credo che ha capito esattamente il problema pur non conoscendo bene la questione. grazie dei suoi suggerimenti, credo sia risolvibile. grazie mille!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.