SANATORIA LAVORI ANTE 1967

messaggio inserito lunedì 29 settembre 2014 da archi.U

archi.U : [post n° 348580]

SANATORIA LAVORI ANTE 1967

Buonasera a tutti,
una domanda. Dovrei fare una sanatoria per lavori eseguiti senza titolo abitativo prima del 1967 e riguardanti un piano in più nel fabbricato (totale piani 3) con demolizione di una falda di copertura e realizzazione lastrico solare; modifiche varie interne ed esterne, di tutti i tipi.
Inoltre, in mezzo c'è una DIA del 2004 con cui è stata modificata una scala esterna di accesso all'abitazione ed è ricambiata la pianta del piano 1. Tuttavia questa DIA ha perpetuato l'abuso delle opere precedenti e ha portato a una scala, tra l'altro, non conforme al progetto depositato in Comune.

Avete consigli da darmi in merito?
L'unica soluzione che mi viene in mente è far sanare tutto (sperando le modifiche interne ante'67 comportino una sanzione massima di 516 euro). Ma non voglio prendermi responsabilità in merito a interventi strutturali fatti senza nessuna licenza o comunque senza che io possa dirne sul risultato e sulla fattibilità.

Voi cosa fareste?
Grazie mille.
ivana :
Ma a parte le modifiche interne, hai detto che è stato realizzato un piano abusivo? Se sì non è detto che si possa sanare (ampliamento e modifica della sagoma) Verifica prima i regolamenti. Riguardo alla conformità relativa alla sismica, verifica in comune quali documenti richiede per gli interventi strutturali realizzati abusivamente.
GeoAlessio :
...A parte che mi chiedo quale preesistenza urbanistica ha giustificato rispetto alla legittimità del manufatto il tecnico della DIA...Comunque, se è stata eliminata solo la falda di copertura, ed usato l'ultimo solaio esistente come lastrico solare, in realtà non sarebbe un vero e proprio piano aggiuntivo...Ma comunque sia lavorazioni non legittimate e da "sanare", laddove possibile...Per lo strutturale, rientrano comunque già le opere di cui sopra, ergo a questo punto, farei il pacchetto completo di tutte gli interventi strutturali, comprese le scale...Attenzione anche a quest'ultime, poiché se esterne, potrebbero esser soggette al rispetto dei distacchi...
archi.U :
si, è stato fatto un piano abusivo. io abito in un piccolo comune, in cui il primo regolamento edilizio risale alla fine degli anni '70.
il dibattito è per questo, ed è una condizione in cui versa una larghissima parte delle case del paese.
come fa il Comune, in questi casi a confrontarsi con una richiesta del genere?
archi.U :
Ciao Geo Alessio, non ho capito la prima frase, scusami.
Mi chiedevo, se il tecnico della DIA non ha eseguito la sanatoria a suo tempo, prima di presentare una pratica, come dovrei comportarmi io nei confronti di queste 'preesistenze'?
GeoAlessio :
...Per preesistenza intendo il titolo abilitativo che legittima lo stato dei luoghi del manufatto, ossia come è stato tirato su...Ti direi che i proprietari dell'immobile si dovevan preoccupare all'epoca di "sanare" con i condoni che si sono susseguiti in ItaGlia ('85-'94'-03)...Adesso mi sembra un pochino forzato sanare addirittura un piano intero, in virtù del fatto anche che non conosci neanche la prima licenza edilizia (se esiste!)...Il tuo comune (ufficio tecnico) saprà bene il problema che persiste riguardo gli abusi che si sono succeduti negli anni in quel paese, ergo non conosco il suo comportamento di fronte a tali fatti...Ma potresti informarti anche riguardo la DIA ultima presentata, e riuscire perlomeno a sapere, in quel frangente, cosa hanno chiesto riguardo la documentazione presentata, e se già i tecnici comunali erano al corrente degli abusi perpetrati sul manufatto stesso...
archi.U :
Grazie a tutti, innanzitutto, per le risposte.
Chiaramente tutti qui sappiamo cosa andava fatto nei tempi e come andava fatto.
Quello che vi chiedo è un consiglio su quel che fareste voi, cioè come vi porreste in merito a una richiesta del genere da parte di un committente e di fronte a un tecnico comunale e nei confronti di una istanza per assicurarsi le distanze giuste da responsabilità che non sono state le nostre, ecco.
Tutti noi conosciamo la normativa, chiaramente. Ma arrivati a questo punto, dopo aver detto "dovevi fare allora tutto in questo modo...." che si fa?..ci si affida a un tecnico comunale dopo essersi confrontata col progettista della DIA, questo si. Poi?
Il punto è sempre quello: il timbro è il nostro!
GeoAlessio :
...Ti rispondo crudamente, visto che è quello che cerchi...NON FAI IL LAVORO!
ivana :
non avevo letto bene il tuo post:
1- se e solo se le modifiche sono state eseguite ante '67, tu non devi sanare, ma soltanto provare che siano state eseguite ante 67
2-verificare che si possa fare la sanatoria per la scala esterna. Nella DIA del 2004 è stato riportato lo stato di fatto? E' stato menzionato l'ante 67'?
3- Curiosità da dove hai evinto che i lavori di ampliamento del piano sono stati realizzati ante 67?Hai una planimetria precedente al 67?
archi.U :
Grazie GeoAlessio, resta, ahimè, una delle opzioni :)!
Ivana ti rispondo:
1)Diciamo che potrei provare questa cosa con qualche riferimento fotografico;
2)la DIA del 2004 non menziona nulla ante 1967, anzi, riporta, nella porzione di pianta riportata nella DIA (............) LE MODIFICHE FATTE SENZA TITOLO PRIMA DEL 1967;
3)l'unica pianta è un catastale del 1939.

So che sono situazioni spinose, come tante nel nostro mestiere, purtroppo, e ringrazio tutti del vostro contributo, e della vostra rabbia, che è anche la mia.
Il confronto qui è perchè sono alle prime armi.
E l'unica cosa che per ora posso fare è parlare della questione con la committenza prima, col tecnico della DIA poi e col Comune successivamente, per una questione deontologica, e per sapere come muovermi, e soprattutto come tutelarmi.
ivana :
Non devi parlare con il tecnico della DIA, perchè dovresti?
Se nella DIA del 2004 c'è questa dicitura, ed il Comune non si è opposto, dovrebbe avere valore di attestazione che le opere siano state eseguite prima del '67. Restano da sanare quelle opere difformi al titolo abilitativo del 2004. Verifica che si possano sanare e procedi. Se vuoi... altrimenti quoto in toto GeoAlessio
archi.U :
Grazie
desnip :
Scusa, Ivana, ma se pure dimostra che gli abusi sono ante 67 non è detto che si possano sanare. Deve ancora provare che l'edificio sia fuori del centro urbano.
ivana :
Sì, hai ragione, ma davo per scontata questa condizione...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.