Ristrutturazione, CIA e condominio

messaggio inserito martedì 30 settembre 2014 da marta

marta : [post n° 348687]

Ristrutturazione, CIA e condominio

Ciao!
Sarò DL (e sono progettista) per una piccola ristrutturazione di un appartamento (spostamento di una parete e rifacimento di pavimenti) all'interno di un condominio.
Parlando con l'amministratore per altre problematiche, ha detto che in quel condominio prima di iniziare i lavori devo inviare preventivamente il progetto in amministrazione, e lui ha la facoltà di non approvarlo.
Visto e considerato che le modifiche non riguardano parti condominiali, volevo capire se sta dicendo cose assurde, o se può avere qualche diritto di dirlo. (Mai presentato nulla ad amministratori di condominio, a meno che si trattasse di aprire porte su pianerottoli o cose simili).
Un regolamento condominiale può avere simili prescrizioni? (in realtà sono abbastanza certa che non si dica nulla di simile, ma me lo faccio mandare e me lo rileggo con attenzione).

Grazie!
m
GeoAlessio :
...Hai postato quesito e risoluzione nello stesso frangente...Se gli interventi sono riconducibili ad una proprietà esclusiva e non a parti condominiali, non vedo il motivo per cui cercare fantomatiche approvazioni dall'amministratore supremo...A meno che, l'intervento nella proprietà esclusiva, non preveda interventi strutturali e/o modifiche esterne (prospetti)...
john :
Alessio ha risposto in modo professionale e formale ineccepibile!! Io, a supporto, in modo mooolto meno professionale ti dico: "LEVATE IL VINO ALL'AMMINISTRATORE"....sopratutto se si parla di un tramezzo e un pavimento da rifare; a volte il potere,anche quello di amministratore di condominio, da alla testa....
biba :
quoto john, questo qua è tutto scemo!
marta :
Vi ringrazio! Sono ancora in attesa del regolamento di condominio, ma quello che mi chiedo è se nel regolamento di condominio si può pretendere una simile cosa. So per esempio che è stato dichiarato illegittimo il divieto di tenere nell'appartamento animali domestici.
kia :
ma non è che l'amministratore ha frainteso il tipo di intervento che andrai a fare? perché mi pare veramente allucinante la sua pretesa di vagliare il progetto del singolo condomino....e se poi gli gira di dire di no, che fa il condomino? mi pare una follia
marta :
Pare una follia anche a me...Però nei regolamenti di condominio ho visto le cose più assurde, che non mi stupirei. Più che altro, mi sembra una cosa assurda che un amministratore abbia possibilità di "dire la sua" su un progetto che riguarderebbe soltanto l'interno di un appartamento e quindi proprietà privata altrui.
john :
Bah, regolamento o no è una questione di diritto, ma come può un amministratore sindacare sulla proprietà privata.......
giulio :
... ma forse l'amministratore è anche il tecnico del comune dell'ufficio di edilizia privata?... :-)
non pretende una comunicazione ma addirittura si propone come "autorizzazione" all'esecuzione!!
l'unica cosa che può richiedere è una dichiarazione che gli interventi non inficiano parti comuni, tieni conto che fare il secondo bagno è un teorico incremento nella fecale condominiale e può produrre effluvi maleodoranti negli altri appartamenti per cui quello potrebbe essere "autorizzabile"
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.