Isolamento acustico all'interno di un appartamento

messaggio inserito giovedì 9 ottobre 2014 da marta

[post n° 349180]

Isolamento acustico all'interno di un appartamento

Ciao!
Sto seguendo i lavori di ristrutturazione di un piccolo appartamento, e i proprietari mi segnalavano che sarebbe il caso migliorare l'isolamento acustico tra il bagno e la sala (al momento c'è una parete di forati da 8).
Il problema è che gli spazi sono molto ristretti, e quindi l'idea di installare una controparete con un'isolamento non è praticabile.
Ho visto che ci sono degli intonaci fonoisolanti, ma non conosco nessuno che li abbia usati, e non trovo nessun commento in giro.
Qualcuno di voi ha esperienza con questo tipo di materiali? O altri consigli da darmi?
Grazie.
m.
:
Non ho capito esattamente se i lavori nel bagno devi ancora farli o devi solo cercare di migliorare una situazione esistente.Comunque per migliorare l'isolamento acustico bisognerebbe usare scarichi silenziati e la parete che divide bagno dal soggiorno dovrebbe essere almeno da 15 cm fatta con mattoni semipieni con massa superiore a 1000 kg/mc.L'intonaco di per se conta poco visto lo spessore limitato che ha.In sostanza devi aumentare il più possibile la massa della parete e capisci che un forato pesa veramente poco.
:
I lavori del bagno dobbiamo ancora farli, ma le pareti non verranno demolite. Purtroppo lo spazio è pochissimo e fare la parete più spessa non è possibile.
Verranno rifatti gli impianti, quindi senz'altro useremo scarichi silenziati.
Ho visto anche tanti pannelli cartongesso accoppiato a gomma, di spessore che va dai 2 cm in su, forse qualcosina fanno...

So che per la soluzione perfetta dovremmo tirar giù la parete e ricostruirla più spessa, ma non è possibile.

E' anche vero che il problema non è separare due appartamenti con vicini rumorosi, ma far sì che chi è in soggiorno non senta l'ospite che va in bagno (e credo che siano più preoccupati da "rumori umani" che da quelli degli scarichi).
(forse la soluzione migliore in questo caso sarebbe mettere quelle macchinette "giapponesi" che quando uno è in bagno può far partire a scelta il canto degli uccellini, il rumore del mare, la musica classica o altro).
Altra cosa che verrà sicuramente fatta è sostituire la porta attuale (in vetro e senza nessuna guarnizione) con una nuova, in legno e con una guarnizione.
Grazie

m
:
"Rumori umani", mi fa troppo ridere! Non voglio sapere quale figuraccia gli sia capitata per avere un timore di questo genere!! La porta sicuramente se è come dici è da cambiare e farà molta differenza. Comunque da quel poco che so di acustica penso che sarebbe utile anche isolare il pavimento e risvoltare con quelle apposite fasce perimetrali in modo da collegarlo all'isolante a parete che metterai.
:
esatto, il suono come l'acqua si infila dove trova la strada....quindi isolare la sola parete spesso, se non sempre è praticamente inutile.
:
La porta però non è sul soggiorno, ma sull'ingresso (l'appartamento è un bilocale, soggiorno e camera da letto, in mezzo c'è il bagno, le porte delle tre stanze aprono sull'ingresso).

Le pareti in forati da 8 hanno le tracce degli impianti, quindi sono ancora più "permeabili".
Non so se è il caso di riempire queste tracce ad esempio con schiuma isolante.

Ma quindi secondo voi andrebbe fatto
1) sostituire la porta con una più moderna (vedo nei negozi che ora anche le porte più economiche hanno una guarnizione)
2) scarichi silenziati (ma mi sembra di capire che il rumore dell'acqua sia secondario al "rumore umano")
3) isolamento pavimento con risvolto
4) pannelli isolanti (li metterei sull'esterno della parete del bagno, diciamo lato soggiorno)

E radio accesa in bagno e in soggiorno. :)

Grazie!
:
ah...i "rumori umani" quanto sono molesti!!!! una volta un termotecnico mi chiese cosa poteva fare per proteggersi dai rumori provenienti dalla camera da letto della figlia al piano di sotto!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.