Normativa antibagno

messaggio inserito lunedì 27 ottobre 2014 da grazie mille

[post n° 350239]

Normativa antibagno

Buongiorno, vorrei chiedere maggiori informazioni riguardo l'antibagno. Nel regolamento edilizio del comune interessato non è presente nessuna prescrizione, per questa ragione mi chiedevo se si tratta di normativa nazionale. Il geometra comunale mi ha comunicato che è assolutamente obbligatorio per normativa nazionale e posso trovare l'indicazione nel DM 5 luglio 1975, ma spulciando attentamente non ho trovato nessun riferimento a questo riguardo.
Considerando che il bagno è localizzato in un lungo corridoio, collegato al soggiorno senza serramenti, vorrei sapere quale legge nazionale impone un disimpegno/antibagno/zona filtro chiusa tra la zona giorno e il bagno. Posso risolvere separando con una porta tra il corridoio e il soggiorno, vorrei però capire se questo è davvero obbligatorio e precisamente quale legge lo impone.
Grazie
:
che io sappia non è normato da legge ma in genere dai regolamenti comunali che vietano in genere di mettere in comunicazione diretta il bagno con i locali di categoria A. Al tuo posto "disegnerei"una porta tra soggiorno e corridoio.
:
Infatti hai ragione, il dm del 1975 non c'entra un tubo! Premettendo che se, come dici, il bagno è disimpegnato da un lungo corridoio, la richiesta del geometra è demenziale, sottoscrivo in toto il consiglio di Ivana. Di solito puoi rifarti alla regoletta empirica che tra soggiorno e bagno devono esserci almeno 2 porte da aprire (quella del soggiorno e quella del bagno). Quando è così in genere i comunardi non dicono niente.
:
Vi ringrazio molto per le risposte tempestive, mi chiedo comunque quale legge mi obblighi a realizzare 2 porte di separazione tra soggiorno e bagno. Se nel regolamento edilizio non è presente nessuna regola in cui viene citato il bagno, perchè sono obbligata a realizzare una porta tra soggiorno e corridoio che rimarrà costantemente aperta? Voglio dire, su quale base il geometra comunale potrebbe ripetermi che è illegale? Quale legge o regolamento impone ciò?
Grazie mille per le risposte
:
ah bè una volta un tecnico comunale ammise che per una sua richiesta non esisteva nessuna norma, ma che era "tradizione"...ti consiglio dove ciò non stravolge il tuo progetto di accontentarli, e di riservare le battaglie per cose più importanti del disegno di una porta.
:
Su quale sia la legge nazionale non so risponderti, perché questa cosa dalle mie parti è scritta in tutti i regolamenti di tutti i comuni, dai RUE ai regolamenti d'igiene, da che mondo è mondo. Ma vorrei che fosse ben chiara la differenza tra realizzare, come dici tu, e disegnare, come dice ivana.
:
Mah, io mi prenderei lo sfizio, visto che il saputello ha citato il dm 1975, di fare una piccola relazione e di allegargli come prova tutto il testo del decreto, dimostrando così che non parla da nessuna parte dell'antibagno.
:
il Decreto ministeriale Sanità 5 luglio 1975, art. 9 recita
"Tutta la parte delle istruzioni ministeriali 20 giugno 1896 incompatibile o, comunque, in contrasto con le presenti disposizioni deve ritenersi abrogata."
A quanto pare l'art. 71 dell ISTRUZIONI MINISTERIALI 20 GIUGNO 1896 non è incompatibile o in contrasto quindi....
"Art.71.
Le latrine non potranno mai aprirsi direttamente nella cucina o in altra camera di abitazione.
Le canne delle latrine saranno provvedute di sifoni o interruttori idraulici (ventilati) alla loro apertura di immissione o, almeno, alla loro estremità inferiore.
Le stesse canne saranno prolungate in alto oltre il tetto, e munite di mitre o cappelli di ventilazione."
:
mitica pepina!
:
Che cavolata burocraticaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Non può certo essere per motivi di "igiene", perché il RUE di Bologna per i monolocali e i bilocali ammette tranquillamente che il bagno si apra su vano di categoria A senza disimpegno alcuno.
Nè mi risulta che nessuno si sia mai beccato qualche assurda malattia perché ha il bagno che si apre sul soggiorno...
Ecco al limite non è il massimo per la tranquillità psicologica di chi usa il bagno (certe cose richiedono calma e concentrazione), sapere che mentre lui "medita" in soggiorno il parentado al completo durante il pranzo di Natale sente tutto :P
:
Ma scusate, e i bagni che si aprono sulle camere da letto?
:
Infatti, Ily, di solito i r.e. edilizi mettono l'eccezione delle camere da letto.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.