C.T.P. e tanti dubbi...

messaggio inserito mercoledì 5 novembre 2014 da dada22

[post n° 350892]

C.T.P. e tanti dubbi...

Salve,
sono stata incaricata di essere C.T.P. da un privato che sta avviando un contenzioso con un impresa che ha fatto dei lavori sul suo fabbricato.
Non avendo mai fatto una perizia di parte, vi chiedo se accetto l'incarico, quali rischi posso correre?
Dato che mi pare di aver capito che il mio cliente voglia andare avanti nella causa, quindi si andrà dal giudice e sarà nominato un ctu, vi chiedo nel caso il giudice respinge la richiesta del mio cliente, io che rischi corro? Forse è una domanda stupida ma non ho nessuna dimestichezza con le cause giudiziarie...
Poi una volta consegnata la mia perizia il mio compito finisce li? Oppure potrò essere coinvolta in qualche modo in futuro?
Grazie per tutti i chiarimenti che mi darete!
:
La nostra professione è piena di rischi e responsabilità.
Per evitarli bisogna cambiare mestiere.
Io ti consiglio di accettare. C'e sempre una prima volta per tutte le cose.
Fare una perizia di parte non è molto complicato.
In rete puoi attingere a numerosi esempi che ti danno un idea su come impostare il lavoro.
L'importante è che tu abbia provveduto a stipulare una polizza RC professionale.
L'unico incarico che io non mi sentirei mai di consigliare è quello relativo alla sicurezza sul cantiere.
:
concordo con gioma, soprattutto sull'ultima parte del discorso.
Mi permetto di aggiungere che il CTP è meno complesso del CTU in quanto deve preoccuparsi unicamente di difendere gli interessi della sua parte, mentre il secondo ha il problema (di non poco conto) dell'imparzialità formale e sostanziale.
Pertanto, ferme restando il rispetto delle norme deontologiche e quelle del buon senso, non vedo rischi particolari per quest'incarico.
:
Il lavoro del CTP deve essere organizzato con l'avvocato. vedi bene lo stato delle cose e cerca di capire se i lavori al tuo committente veramente sono stati fatti male o sta cercando di non pagare l'impresa, in tal caso non pagherà nemmeno te. ;- ! l'avvocato di solito chiede una relazione con la quale fa la sua citazione, il giudice sentita la controparte dopo un paio di udienze nomina il CTU che verifica le teorie dei periti negli incontri (accessi) durante i quali devi dimostrare la correttezza delle tue idee. poi invia la "bozza" alle parti con un tempo per presentare le proprie controdeduzioni. quindi consegna al giudice una valutazione finale.
molto importante è che nella nomina del CTU il giudice segni quale domande rispondere, "i quesiti",
secondo me è la parte più importante a volte sottovalutata ma un buon avvocato cercherà di fare i quesiti in modo di evidenziare gli aspetti più convenienti.
secondo me il tecnico/legale è un settore molto bello del nostro lavoro!!
:
Rispondo al punto riguardante i rischi che si corrono in caso il giudice "respinga" la perizia di parte. In realtà non si può parlare correttamente di respingimento in quanto, come già stato spiegato, l'eventuale CTU risponderà ad una serie di domande poste dal giudice attraverso le perizie di parte presentate (di fatto, quindi, accolte e non potrebbe essere altrimenti). Cosa può accadere nel caso il CTU confuti parte della tua perizia? Niente, a meno che il cliente non faccia il furbo con te e non voglia pagarti: hai sottoscritto una letterina d'incarico? E' importante, anzi fondamentale.
:
Grazie a tutti per le risposte! un'altro dubbio: in caso dovesse 'prevalere' la mia perizia e quindi il mio cliente, l'impresa può rivalersi per vie legali anche contro di me? Scusate se forse le domande sono banali per chi di voi ha esperienza in questo settore. Considero un'opportunità ogni nuovo incarico che ricevo, anche perché mi permette di imparare...comunque preparo immediatamente la lettera d'incarico!;-)
:
premesso che chiunque può farti causa, e che la legge impone ai professionisti un'assicurazione professionale. la ditta non ti farà causa se tu farai correttamente il tuo lavoro, devi evidenziare errori e mancanze, ovviamente dire assolutamente la verità, puoi "tralasciare" gli aspetti non favorevoli al tuo committente, ma stai tranquilla; solo il primo accesso vengono gli avvocati è un po' turbolento poi un CTU bravo conduce le ricerche senza troppi stress, di solito fra tecnici i rapporti sono buoni...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.