Pergotenda a Fiumicino (ROMA)

messaggio inserito giovedì 13 novembre 2014 da Tiziana

[post n° 351378]

Pergotenda a Fiumicino (ROMA)

Buongiorno, vi scrivo per avere un consiglio sull'installazione di una pergotenda PRATIC a Fiumicino, ROMA.
Io ho comprato casa l'anno scorso in una quadrifamiliare dove vivono e famiglie compresa me e mi è stato detto che oltre alla DIA (Fiumicino vive sotto vincolo paesaggistico) ci vuole il consenso degli altri proprietari.
Mi è stato negato dai proprietari della porzione adiacente alla mia con motivazione di non gradire il fatto che sia fissa. Vorrei sapere se, anche in mancanza di un condominio con tanto di regolamento, sia davvero impossibile presentare una DIA al comune facendo decidere all'ufficio tecnico la conformità o meno della struttura. Inoltre vorrei sapere se, non risultando su nessun atto di compravendita limitazioni a riguardo, se i signori hanno così tanto potere vincolante sulle decisioni in merito.
Grazie.
:
deve comunque nominare un tecnico per l'autorizzazione paesaggistica, si affidi a lui.
:
Se non esiste nessun regolamento ( nè contrattuale nè condominiale ) che vieta espressamente un intervento del genere, credo che nessun proprietario possa opporsi alla installazione della pergotenda sul suo balcone.
:
gioma scusa ma dipende anche dove ti ancori...
:
Per la giurisprudenza il singolo condomino può usare più intensamente il muro perimetrale dell'edificio condominiale per ancorarvi una pergotenda, in quanto l'articolo 1102 del Codice civile riconosce questa facoltà a ciascun comproprietario. In particolare, una tale utilizzazione non altera la naturale funzione di sostegno e di contenimento assolta dai muri perimetrali. L'esercizio di questa facoltà, inoltre, non deve ostacolare un analogo uso della cosa comune da parte degli altri condomini. L'installazione non deve inoltre pregiudicare l'armonia architettonica ed estetica del fabbricato condominiale, o costituire una fonte di pericolo agevolando l'intrusione nell'immobile da parte di estranei. Quando siano rispettate queste condizioni, il singolo condomino può autonomamente predisporre una tenda senza che occorra una deliberazione assembleare in questo senso.
:
La pergontenda verrebbe sul mio terrazzo che confina col terrazzo, al primo piano, del mio vicino con un muro di circa 1, 90 m di altezza. Non esistono parti in comune, ognuno ha la sua porzione.
:
"non deve inoltre pregiudicare l'armonia architettonica ed estetica del fabbricato" probabilmente per questo motivo il tecnico comunale chiede l'autorizzazione degli altri proprietari. Infondo una quadrifamiliare, anche se fiscalmente non è costituita come condominio ,rappresenta un organismo architettonico unitario.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.