dubbio

messaggio inserito lunedì 1 dicembre 2014 da BRB

[post n° 352594]

dubbio

Ho verificato mediante "accesso agli atti" la licenza edilizia di una villetta bifamiliare realizzata nel 1973.
Gli elaborati progettuali rappresentano un appartamento al piano terreno, con il suo ingresso ed i suoi vani. Ed un appartamento al piano primo, con il suo ingresso ed i suoi vani relativi.
A quell'epoca però era stata rilasciata l'abitabilità per un appartamento costituito da molti vani al piano terreno e piano primo, senza indicare i due appartamenti. Ed anche catastalmente era stato accatastato tutto come unica unità immobiliare. Secondo voi è possibile "rettificare" il certificato di abitabilità ?
:
secondo me si, dopotutto se non hai riscontrato difformità tra progetto originario e costruito....si tratta solo di aggiornare il certificato di agibilità. E' una cosa che si può fare in tempo zero. Certo che prima del rilascio del "nuovo" certificato, devi anche aver sistemato il catasto.
:
Ciao Alberto.
Sì il catasto lo aggiornerò sicuramente. Per rettificare l'abitabilità in tempo zero cosa intendi ?
:
secondo me è inutile, si riferisce all'intero edificio, per cui cosa devi rettificare?
:
chiedi al Comune di rettificare un certificato che loro stessi hanno sbagliato ( se ho capito bene la situazione). Basta una certificazione che attesti l'esistenza dei due appartamenti e il fatto che l'agibilità rilasciata in data....al protocollo....... si riferiva erroneamente ad un appartamento unico, bensì a due appartamenti come da progetto del.......protocollato il.........
Tutto è inutile se non serve......in questo caso non è del tutto inutile correggere o far correggere l'abitabilità....se dovessi vendere una delle due unità immobiliari,il notaio ti richiederebbe copia del certificato di abitabilità....il fatto che il tuo certificato si riferisca all'intero, non c'entra...c'è comunque difformità tra certificato e progetto...difformità che dovrebbe essere sanata...
:
Grazie Alberto.

Ho fatto presente questa difformità al comune.
Mi sembra di capire che loro non intendono "rettificare" il certificato di abitabilità.
E nemmeno rispondermi con un parere..
(mi ero infatti preparata una richiesta di parere)
Ma mi han detto che per loro è come se avesse più valore il certificato di abitabilità che il progetto approvato.
Da quanto ho intuito non si vogliono prendere queste responsabilità.
Mi hanno detto che poterei certificarlo io. ...A questo punto sinceramente sono un po' perplessa..

voi che fareste ??
:
bah, come comune avrei rettificato il certificato di agibilità senza problemi...l'ho fatto varie volte....
...e tu cosa dovresti certificare? come tecnico privato non ti puoi certificare un'abitabilità.....lascia tutto così...tenendo però traccia dell'accaduto....tieniti una copia del progetto originario e dell'annesso certificato di abitabilità....nel caso serva sono i documenti che dovrai consegnare o da cui dovrai partire per altre attività progettuali...
:
bah..
anche io non so come muovermi.

Però adesso io devo partire per fare una Scia per ristrutturazione per l'appartamento al piano primo.
Pensavo di rappresentare anche l'appartamento al piano terreno. (anche se lì non verranno fatti i lavori).
Alla fine dei lavori presenterò la variazione catastale per le modifiche fatte.. e contemporaneamente pensavo di accatastare la parte dell'appartamento del piano terreno con un suo sub.
Che ne dici ?


:
sono d'accordo...... non è necessario indicare l'appartamento al piano inferiore...o se lo vuoi fare...metti un bel tratteggio con in bell'evidenza la scritta "non oggetto di intervento" . Scrivi tutto quello che hai scoperto nella relazione che allegherai al progetto e una volta terminati i lavori, richiedi l'abitabilità del solo appartamento oggetto di ristrutturazione. in questo modo avrai di fatto sanato la difformità nella documentazione comunale....
:
... e circa l'accatastamento che ne pensi ?
:
se sono due appartamenti devono avere due sub diversi...mi stupisce il fatto che non li abbiano già....
:
... forse ho capito come mai non hanno i due sub..... :

Ho notato che nei documenti che ho consultato in comune (mediante accesso agli atti).
Nel 1973 usava che era il proprietario che richiedeva l'abitabilità. Mediante un modulo molto scarno di contenuti, in cui lui richiedeva il certificato di abitabilità appunto.

Ora, a quel tempo lui non ha fatto distinzione fra appartamento al piano superiore (in cui viveva la figlia). Ed appartamento al piano terreno dove viveva lui con la moglie. Forse poiché erano entrambi di sua proprietà... Presumo che non abbia fatto distinzioni per questo.


Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.