SCIA

messaggio inserito domenica 17 luglio 2016 da Dino

Dino : [post n° 384085]

SCIA

Buonasera
Sono DINO e desidero avere
una vostra opinione.
Un mio parente sta ristrutturando una casetta adibita ad abitazione.(seconda casa)
Ha richiesto una SCIA in cui è stata descritta come oggetto "manutenzione straordinaria della facciata ,tetto e grondaie " con uso dei materiali identici a quelli esistenti.
Purtroppo in corso d'opera viste le pessime condizioni della copertura,è stato deciso dal proprietario di rifare totalmente il tetto usando (come da SCIA) i materiali identici a quelli esistenti.
Le tegole vecchie erano di cemento e quelle nuove chiaramente dello stesso materiale:(scelta peraltro dettata anche dal fatto che la zona è esposta ad un vento fortissimo )
abbiamo però scoperto a fine lavoro che il PUC (piano urbanistico comunale)del comune in cui si trova l'abitazione prevede che le tegole siano esclusivamente di cotto oppure di ardesia e non di materiali cementizi.aggiungo che a lavoro finito non si nota minimamente la composizione del materiale delle tegolaa
Secondo Voi questa difformità fra PUC e opera realizzata avallata però dalla descrizione in SCIA può essere un abuso edilizio e se sì a quali sanzioni si va incontro?
Grazie in anticipo e cordiali saluti
ArchiFra :
ma in tutto ciò, il progettista/direttori lavori dove era? e se c'era dormiva?
sì, è un abuso e il comune può intimare di sostiture tutto oltre a comminare una sanzione pecuniaria
Kia :
non so come si comporti il comune tuo in merito al controllo delle scia e delle cila. Il mio fa controlli a campione (circa il 10% di quelle presentate) perchè essendo tutto in asseverazione si spera che il progettista abbia verificato che tutto quanto progettato fosse conforme agli strumenti urbanistici. Detto ciò....se la vostra scia è stata archiviata senza questo controllo secondo me difficilmente vi verrà contestato qualcosa a meno che proprio non si veda bene l'utilizzo di un materiale difforme (magari un vigile passa di là e lo nota e scatta l'accertamento). Ovviamente quello che ho ipotizzato è quello che accadrebbe nel mio comune.
Anna :
Ci potrebbe essere una sanzione di tipo amministrativo, se lei è il proprietario può rifarsi sul tecnico che ha commesso questo errore.
caso 1:Il comune potrebbe fare dei controlli a campione, quindi oltre la sanzione dovrebbe rifare il lavoro. (questo tipo di sanzioni dipende dal tipo di lavoro partono da una base di 500, 0 euro in su)
Caso 2: lei essendo il proprietario può fare un'autodenuncia.

Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.