Chiarimenti

messaggio inserito giovedì 21 luglio 2016 da ero un architetto

ero un architetto : [post n° 384307]

Chiarimenti

Buongiorno a tutti,
chiedo chiarimenti in merito ad una comunicazione ricevuta oggi dall'ordine degli architetti.
Premetto che purtroppo e con molto dispiacere misto a sconfitta personale, ho dovuto lasciare in un angolo la professione dell'architetto da un bel po'. I motivi sono molteplici ma in primis il fattore economico e contrattuale (credo che non sia una novità...)
Detto questo, però, ho sempre continuato a pagare la mia iscrizione all'albo, per il "non si sa mai" o per non sentirmi completamente sconfitta.. Aggiungo, che naturalmente non sono iscritta ad INARCASSA.
Ora mi arriva questa comunicazione dall'Albo il quale dice testualmente:
"Gentile collega, si informa che a seguito dell’entrata in vigore del D.P.R.137/2012 e del conseguente Regolamento attuativo (B.U. Ministero della Giustizia n. 17 del 15/09/2013) non è più possibile essere architetti iscritti all’Albo in assenza di un aggiornamento certificato, come avviene da anni per altre categorie professionali. Tale inosservanza si configura come illecito disciplinare che, nella gradualità sanzionatoria, comporterà la sospensione dell’iscritto dell’Albo."
Chiedo a voi, ho capito bene che se non faccio aggiornamenti mi cancellano/sospendono dall'Albo?
La vera domanda è, dopo anni di studio e soldi per laurearmi, devo pagare ancora per corsi che fondamentalmente ad oggi non mi servono? Ma siamo impazziti?? E la tassa di iscrizione 2016 pagata profumatamente?
...avete consigli? mi sento veramente amareggiata.
Ringrazio tutti
d.n.a. :
Cara "ero un architetto", hai commesso il secondo reato piu grave per un architetto.. no, non hai esercitato senza titoli.. no, non fai parte della mafia dei furbetti del quartierino, no non hai fatto dichiarazioni false, no no e poi no, hai fatto il secondo piu grave errore per cui si viene cacciati dall'ordine, non ti sei aggiornato.. ma ricorda, che il piu grave errore, è quello di non pagare la quota di iscrizione dell'ordine..
La risposta seria è si, dopo anni di studio, e l' appalesarsi della non esercitazione della professione, devi spendere anche per aggiornarti, in quanto l'iscrizione all'albo, ti da potenzialmente appunto la possibilità di esercitare..
alsi :
Devo chiamare anche io l'ordine perchè presto avró anche io questa bella letterina!
ArchiFra :
scusate però, eh!
posto che l'aggiornamento obbligatorio è una minchiata così come è strutturato, però dai non cadiamo dal pero! sono 3 anni almeno che si sa che a partire dal 2014 si era tenuti a soggiacere a questa norma, perchè di legge si tratta, ancorchè ingiusta, non si può adesso allo scadere del triennio fare gli gnorri e scandalizzarsi!
dove si è vissuti fino ad ora? lo sapevo perfino IO che ho chiuso partita iva e non esercito più da 4 anni, pur avendo mantenuta l'iscrizione al mio albo appunto perchè non si sa mai, c'era la possibilità (ormai superata) di cheidere l'esonero se si apparteneva a determinate categorie...
dai su, non è ammissibile fregarsene così di cose basilari per la professione e poi fare anche i tremebondi con la lacrimuccia
alsi :
Niente lacrime lo so
alsi :
è un anno e mezzo che non esercito stando all'estero e da allora non ho fatto aggiornamento mentre prima lo facevo
Lolo :
Non capisco perche' sprecare preziosi soldi nell'iscrizione ad un Albo che non ti serve, sono €€ regalati senza motivo a chi non li merita... Detto questo, purtroppo la formazione continua e' un obbligo introdotto dal dpr 137/2012 a tutti gli iscritti all'Ordine, a partire dal 2014. Occorre maturare 60 crediti formativi nel primo triennio 2014-2016, con un minimo di 10 all'anno. Inizialmente erano previste delle esenzioni per chi dimostrava di non esercitare, poi questa facilitazione e' stata eliminata: per essere esonerato dall'obbligo dovresti essere ultra70enne, moribondo per oltre 6 mesi, espatriato all'estero... La conseguenza per chi non si aggiorna e' la sospensione dell'iscrizione, con impossibilita' di esercitare.
Poiche' tu gia' non eserciti, e sarebbe impossibile recuperare tutti i crediti mancanti, il mio consiglio e' di lasciar correre, e di non rinnovare piu' l'iscrizione l'anno prossimo...
alsi :
Ok io sono all'estero...
Lolo :
Alsi se sei all'estero puoi chiedere l'esonero alla formazione continua.
Lolo :
Dimenticavo: la cancellazione dell'iscrizione per il prossimo anno non e' automatica devi farla entro l'anno corrente presentando domanda al tuo Ordine...
alsi :
Ok adesso li chiamo prima che mi vengano a uccidere grazie
biba :
Dai ArchiFra, la collega mi pare già sufficientemente abbacchiata, non mettiamola in croce! Vorrei ricordare che in linea teorica avremmo pure l'obbligo del POS e con questo ho detto tutto :-(
Anche io comunque non capisco per quale motivo tu abbia deciso di continuare a pagare l'ordine, tanto senza partita iva non puoi comunque fatturare e quindi non puoi esercitare. E anche senza formazione non puoi comunque esercitare se, in futuro, tornassi ad averne l'opportunità. Cancellati che almeno risparmi!
m.a.s. :
Io ho scelto di cancellarmi dall'ordine dopo aver chiuso la partita IVA ed essere passata a lavoro dipendente (a tempo determinato ovviamente). Mi ero stancata di pagare una bella e salata quota di iscrizione per non avere assolutamente nessun servizio. L'ordine organizzava qualche convegno ogni tanto e i corsi più interessanti erano a pagamento ..... ovviamente poi si acquisivano i crediti. Più il corso è costoso e più sono i crediti :( . A malincuore mi sono cancellata e restituito il timbro tanto sudato. In segreteria dell'Ordine mi hanno risposto che mi posso nuovamente iscrivere in qualsiasi momento se in futuro ne avrò bisogno, sarà sufficiente pagare la tassa annuale di iscrizione. Spero sia così .....
ArchiFra :
Some rimasta iscritta per due motivi: finire di maturare anzianità e poter fare concorsi pubblici che richiedono l'iscrizione all'albo.
Dall'anno prossimo inizio a fare la formazione, per questo primo triennio ho ottenuto l'esonero in quanto dipendente pubblico ma non posizione organizzativa per cui non era fondamentale l'iscrizione
Kia :
senza offese....ma dove vivevi, su Marte? e comunque se parliamo di soldi, per la formazione obbligatoria ci sono anche corsi riconosciuti con crediti a costo zero. Lascia perdere che magari nn ti interessano, finchè nn cambiano le regole sulla formazione bisogna adattarsi.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.