comune vs catasto

messaggio inserito venerdì 22 luglio 2016 da Daniela

Daniela : [post n° 384422]

comune vs catasto

Salve, ho presentato una scia per inizio attività ma presentata al suap me la sospendono perchè il sue di competenza ha rilevato che nella visura catastale storica compare che nel 2015 è stata fatta "una diversa distribuzione spazi interni" e chiedono chiarimenti in merito. Il proprietario dell'immobile ha dichiarato che non hanno fatto opere di alcuna natura, e che tale variazione catastale è stata effettuata solamente per aggiornare la planimetria catastale. Il fabbricato è del 1950 realizzato con licenza edilizia che sarebbe difficilissimo reperire presso gli archivi comunali (e il proprietario non ne possiede copia). come faccio a fare aprire l'attività commerciale?
elpianificator :
"è stata fatta solamente per aggiornare la planimetria catastale". in ogni caso vuol dire che qualche variazione c'è stata, ed il suap vuole capire cosa. Sta alla proprietà dimostrare perchè ha fatto questo aggiornamento e quando sono state fatte le opere (ante 1967?). La modifica catastale senza pratica edlizia lascia sempre dubbi. Forse avrebbero dovuto presentare una CILA in comune, in sanatoria o meno, per regolarizzare poi al catasto, così non c'erano dubbi.
Al momento quindi quello che possono fare è cercare di spiegare la situazione ai tecnici, portando tutta la documentazione che hanno per avvalorare la situazione.
Daniela :
La licenza è del 1954.... e non so come dimostrare la data delle opere realizzate... mi resta obbligatoriamente un accertamento di conformità oppure ci sono strade alternative?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.