ristrutturazione importante con cambio di destinazione d'uso in Toscana

messaggio inserito giovedì 1 settembre 2016 da Lucio

Lucio : [post n° 385687]

ristrutturazione importante con cambio di destinazione d'uso in Toscana

Cari colleghi,
per un taglio al piede mi trovo al lavoro anche dall'ospedale. .... Lavorando in proprio e per la situazione del lavoro in cui versiamo, se posso dare questa risposta a cliente sarebbe importante....

Mi serve una vostro consiglio su quale titolo dovrebbe servire per ristrutturare internamente e in facciata un laboratorio artigiano cambiando la destinazione in abitazione.
L 'intervento è in toscana. Sicuramente ci sarà l'aumento dei carichi urbanistici. Basterà una Scia?
Grazie mille e un saluto a tutti
Lucio
vikika :
se si trova in centro storico potrebbe volerci anche il permesso di costruire, altrimenti dovrebbe bastare una scia onerosa... dipende anche dalla normativa comunale! la cosa migliore sarebbe una telefonata informativa all'ufficio tecnico! Buona guarigione!
Pia :
L'anno scorso ho fatto un cambio di destinazione d'uso con opere da realizzare (nuova distribuzione interna e cappotto interno) e parziale sanatoria (per piccoli abusi) da da magazzino ad abitazione in centro a Milano.
Non è stato proprio banale imbastire la pratica ...
Comunque a me hanno fatto presentare un permesso a costruire.
Come anticipato vikika ti conviene verificare la normativa comunale e fare "un salto" dal tecnico.
Anche perché devi vedere se ci sono vincoli e/o prescrizioni particolari.
Ad esempio nel mio caso il Comune mi ha richiesto:
- calcolo oneri
- L10
-relazione strutturale x soppalco esistente in legno
-indagine geologica sia nell'immobile che nel cortile condominiale (era al piano terra senza cantine)

in bocca al lupo x il piede!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.