ITER MODIFICA VIABILITÀ

messaggio inserito mercoledì 7 settembre 2016 da Wingsoch

Wingsoch : [post n° 386021]

ITER MODIFICA VIABILITÀ

Salve a tutti. Questo post per chiedervi un consiglio tecnico circa l'iter amministrativo per la modifica di viabilità pubblica.
Mi spiego.. ho fatto uno studio di fattibilità per proporre un nuovo assetto viario su una strada di tipo locale di tipo F.
Qualora dovesse andar in porto il tutto, dopo esser stato approvato il progetto preliminare, si dovrebbe seguire con definitivo ed esecutivo, ma gli atti autorizzativi quali devono essere? Qual è l iter completo?
pepina :
scusa ma l'ente competente in merito alla strada ti ha commissionato lo studio?oppure è una tua proposta?se non sei tu il rup e non devi indire tu la conferenza dei servizi temo di non capire la domanda.
winghsoch :
No per il momento è solo una proposta, uno studio fatto a titolo personale.
La mia domanda semplicemente riguarda: qual'è l'iter di che porta al compimento di un progetto pubblico e quali sono, qualora necessari i titoli abilitativi da presentare, sempre rimanendo nell'ipotesi di intervento promosso da ente pubblico, progettazione esterna e realizzazione da parte di impresa...
pepina :
Se il progetto è promosso dal pubblico ci sarà la nomina di un rup, il quale affiderà l'incarico di progettazione e poi l'appalto all'impresa. Il tutto ai sensi del codice dei contratti. tu non devi presentare alcun titolo abilitativo. In soldoni l'approvazione del progetto da parte dell'ente competente sostituisce autorizzazioni, nulla osta e quant'altro.
pepina :
però di fondo mi resta un dubbio, tu ti proponi e lavori gratis? non è concorrenza sleale?
ArchiFra :
non è chiaro il caso.
perchè fai la proposta a titolo personale? è finalizzata a stipulare una convenzione col comune?
mi successe qualche anno fa di presentare su mia proposta al comune la modifica di viabilità: stavo seguendo un ristrutturazione di un isolato commerciale e direzionale ma l'uscita dal parcheggio privato era considerata dall'amministrazione pericolosa per la tipologia di strada su cui si immetteva, per cui ho progettato una rotatoria da costruire di fronte (la sezione stradale lo consentiva) e l'ho presentata come convenzione per cui la proprietà si impegnava a realizzare a sue spese dette modifiche.
il progetto è passato ed è stato realizzato.

ma era un caso particolare perchè comunque i soldi li sganciava un privato.

tu non puoi dal nulla proporti all'amministrazione perchè c'è il codice degli appalti che norma l'assegnazione e gli appalti, senza contare che se un'opera non è a bilancio preventivo e inserita nel piano triennale delle opere non può essere fatta, o meglio, può essere fatta solo se è di necessità straordinaria e contingente ma segue comunque un preciso iter di indiazione bando ecc
ArchiFra :
aggiungo che nel caso di opere pubbliche l'unico titolo abilitativo sono le delibere di giunta, non ci sono pdc scia o altri titoli perchè sono opere promosse dall'ente su beni dell'ente. l'iter comunque è progetto preliminare/definitov/esecutivo. guarda il dlgs 163/06
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.