Delucidazioni su campo di applicazione (T.U.S.)

messaggio inserito lunedì 19 settembre 2016 da maya27

maya27 : [post n° 386636]

Delucidazioni su campo di applicazione (T.U.S.)

Sui modelli unificati compare lo spazio relativo alla tutela della salute nei luoghi di lavoro, e nello specifico viene richiesto se l'intervento RICADE o NON RICADE nel campo applicativo del titolo IV del TUS. Ora, se si fa riferimento a ciò ed all'allegato X che specifica meglio gli ambiti in cui si applica, mi verrebbe da dire che qualunque istanza si presenta ricade nell'ambito di cui sopra, sbaglio?! Alla fine il titolo IV è il riferimento dei cantieri temporanei o mobili, e l'allegato X spiega che per qualunque intervento di "costruzione, manutenzione, ristrutturazione (....)" ricade nell'ambito di applicazione, quindi se presento una cila, una dia o un pdc rientro nell'ambito del titolo IV, allora che senso ha mettere se RICADE o NON RICADE?

Ad ogni modo, se svolgo dei lavori in economia, quindi non ho l'impresa, nel quesito relativo a "dichiara che la durata è inferiore ai 200 uomini giorno e di aver verificato il certificato dell'impresa" .... si può lasciare in bianco, senza spuntarla, considerato che non essendo in presenza di impresa non c'è certificato?!
Come vi comportate in queste situazioni?!

In linea generale, è corretto far compilare la parte interessata dal Committente sempre, in qualunque situazione?! O quando subentra l'impresa è più corretto che la compili il direttore lavori?
Grazie.
desnip :
Maya sul concetto se ricade o non ricade ne abbiamo già parlato in questo forum (avevo posto lo stesso quesito). La risposta emersa è che tutti gli interventi ovviamente ricadono nel decreto 81, tranne quelli che non prevedono opere, come il cambio d'uso senza opere.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.