URGENTE: domanda seria, cerco aiuto/consulto

messaggio inserito mercoledì 28 settembre 2016 da Leonardo

Leonardo : [post n° 387190]

URGENTE: domanda seria, cerco aiuto/consulto

Salve a tutti, sono laureato in architettura, ma non ancora iscritto all'albo, ne ho partita IVA ne nulla, faccio solo prestazioni occasionali in attesa di regolarizzarmi con l'esame di stato ecc.
Ho però un dubbio atroce.
Mi hanno chiesto di progettare un chioschetto di quelli molto semplici con struttura in legno di piccole dimensioni (2x2). Posso fare questo progetto a nome mio, firmarlo e tutto, nonostante non sia iscritto all'albo ne abbia partita IVA?
Il problema sorge quando questo foglio sarà fatto girare, giustamente, per realizzare questo chiosco. È tutto legale o incappo in qualcosa di non lecito?
Si tratta comunque di una proprietà intellettuale no? Come se stessi facendo un oggetto di design... mica è necessaria l'abilitazione? Vi prego chiaritemi
ArchiFra :
il chisochetto non può essere realizzato senza titolo edilizio.
quindi tu assolutamente non puoi firmare essendo un semplice laureato.
puoi farlo solo ed esclusivamente come layout grafico di studio, ma poi sarà un tecnico abilitato e dotato di partita iva a presentare la pratica in comune.
come fai a firmare se non hai il timbro? al massimo puoi mettere "dott. in arch. pinco pallino", ricordati che NON sei architetto ma dottore in architettura: ti potrai fregiare del titolo di architetto solo quando avrai fatto l'abilitazione e sarai iscritto all'albo. prima di allroa è millantato credito e in quanto tale passibile di denuncia.
le prestazioni occasionali che fai ora in cosa consistono?
Leonardo :
Ma niente, appunto collaborazioni in studi, ma io non firmo mai nulla ne presento/faccio pratiche, aiuto graficamente, come fanno il 99% dei neolaureati, con software di disegno automatico.
Quindi ti richiedo, posso scrivere allora sulle tavole di progetto il mio nome e cognome, come progetto grafico del chiosco, solo grafico, poi se si deciderà di istallarlo la pratica sarà svolta da un tecnico abilitato?
Grazie ArchiFra...
ArchiFra :
se fai così sì. firmati con nome e cognome e specifica bene nel titolo della tavola che è solo uno studio grafico.
Leonardo :
Ecco proprio questo intendevo... come proprietà intellettuale diciamo di uno studio di un chiosco per un privato... poi lui se ne fa ciò che vuole e se vuole piazzarlo chiede la pratica ad un tecnico abilitato...
La mia paura era da un lato di non veder riconosciuta la proprietà intellettuale, dall'altro che questo tizio faccia girare il foglio e io vengo screditato in quanto non ancora abilitato...
Quindi: Uno studio grafico di un qualsiasi cosa può essere firmato da me senza entrare in nessun disguido burocratico? Onestamente non ne avrei la minima intenzione piuttosto rinuncio
Leonardo :
Posso farvi un'altra domanda? Onestamente. Credete che forse è meglio rinunciare e non fare proprio questo lavoretto? Premetto che mi sarebbe passato da altri per cui la persona che riceverà la proposta grafica nemmeno la conosco
ponteggiroma :
Onestemente: se ti pagano, non vedo perchè tu debba rinunciarci, se non ti pagano, non ti porre proprio il problema.
ArchiFra :
la proprietà intelletuale per un chioschetto non la vedrei proprio come un problema. non stai progettando interni o una villa per cui poi ti frgano le tavole e ci mettono sopra il nome.
non è inusuale che un etcnico faccia solo la parte architettonica e poi l'esecutivo e il cantiere vengano gestiti da altri.
la differenza è che chi è abilitato, anche se è solo il progettista, ha uno spazio riservato sulla modulistica e sul cartello di cantiere, e può coincidere o meno col direttorer lavori.
tu sei solo laureato e devi fare un disegno molto banale e semplice di un chiosco: anche se poi un texcnico abilitato farà la pratica in comune, tu non potrai risultare da nessuna parte perchè non ne hai il titolo.
tu dai l'idea di partenza, col tuo nome sopra, e stop. se non ti pagano evita invece
Leonardo :
Quindi state dicendo che io posso progettare e firmare ciò che voglio a mio nome (e si spera farsi pagare) purché questo non diventi oggetto di una pratica, di un titolo abilitativo?
ArchiFra :
certo che può diventare oggetto di futura pratica, ma non col tuo nome.
vuol dire che ora, alla luce del fatto che sei solo laureato e quindi NON sei architetto, nulla ti impedisce di fare un layout grafico tal quale lo potrebbe fare un diplomato del liceo artistico senza nessun'altra qualifica.
la firma sarà solo il tuo nome-cognome, al massimo puoi aggiungere "dottore in architettura".
se poi il cliente lo realizzerà, passerà il tuo disegno (che ora è suo se ti paga) a un tecnico abilitato che rifarà i disegni e li inserirà in una tavola col suo cartiglio, col timbro, e presenterà la pratica in comune.
il tutto nella liceità totale.
Leonardo :
Grazie mille veramente... GRAZIE
Imeon :
Scusami ma secondo te perché noi tutti facciamo gli esami di abilitazione e paghiamo annualmente l'albo?
Leonardo :
Non trattarmi da ignorante però... la mia domanda era ben diversa e riguardava un ambito ben specifico, dove, come ho appurato grazie a persone ben disposte, n effetti non era in quel caso obbligatoria l'abilitazione trattandosi di uno studio grafico. Altrimenti, non credi che forse avrei fatto una domanda diversa???????????
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.