parcheggi ed ignoranza

messaggio inserito lunedì 17 ottobre 2016 da maya27

maya27 : [post n° 388145]

parcheggi ed ignoranza

Ho presentato all'inizio dell'estate una pratica per la realizzazione di parcheggi privati all'esterno delle mura, con contestuale spostamento del muro di confine di 6 metri arretrati rispetto al filo stradale. Ora, la situazione è un po' particolare, perché il lotto ricade in zona di PPE con destinazione parziale a parcheggio del comparto. Il problema è che gli espropri non sono mai stati eseguiti e l'immobile è stato d'apprima legittimato con Concessione Edilizia e poi variato con altri titoli abilitativi, condoni e non. Sul progetto originario non è presente il CUI, nè tantomeno fu mai ipotizzata o stralciata un'area a parcheggio. Il problema nasce nel momento in cui, realizzati i parcheggi esterni, ricevuto l'ok verbale da parte dell'ufficio tecnico, in quanto a loro parere nulla ostava la realizzazione dell'intervento proposto, il vicino di casa ha interpellato più volte i vigili (tra l'altro uno parente), sostenendo la tesi che i pacheggi realizzati non possono essere di pertinenza privata.
Ora, i vigili intervenuti non hanno mai emesso verbale, l'ufficio tecnico continua a dire che l'intervento era ammissibile e che i parcheggi rimangono di proprietà del cliente in quanto ha retrocesso il muro di cinta, il vigile sostiene che nel momento in cui si sposta il confine l'area rimasta fuori dal confine diventa automaticamente di proprietà pubblica o di pubblica utilità, il vicino di casa continua a parcheggiare la vettura sui parcheggi realizzati.
Il mio quesito è: qual è la soluzione? Come può il mio cliente vivere in armonia ed utilizzare i parcheggi realizzati. Abbiamo pensato a dei dissuasori, ma devono essere autorizzati? e da chi?
Ma se i vigili non intervengono con dei verbali, possiamo chiudere i lavori e procedere secondo il buon senso che l'intervento così come progettato e richiesto era plausibile ed ammissibile?
Consigli?
grazie.
ArchiFra :
se non ci sono atti di esprorio/cessione proprietà formalizzati, la proprietà resta privata e non c'entra se il muro è stato fisicamente spostato.
o si procede a formalizzare l'esporpiro, e quindi a risarcire la proprietà, o l'area resta privata e quindi si possono mettere i dissuasori tipo cancelletti a U rovesciata
desnip :
"sostenendo la tesi che i pacheggi realizzati non possono essere di pertinenza privata.": beh, che citasse la norma secondo cui questo è vero...
maya27 :
Ho chiesto la norma di riferimento, visto che mi sfuggiva ... è rimasta basita e sorpresa .... all'ufficio tecnico mi han detto che il comportamento del vigile può essere preso per abuso di potere trattandosi del parente. Atti di espoprio o cessione non sono presenti ed ho avuto conferma anche dai responsabili dell'ufficio, anche perché l'UTE non ha scritto per eventuali obiezioni.
abbiamo fatto comunicazione sia all'UTE con conoscenza ai vigili che avremmo messo i dissuasori a U rovesciata per perimetrare l'area, e nessuno ha fatto scritto nulla in merito....tanto che pensavo di procedere sia con l'installazione che con la comunicazione di fine lavori e l'accatastamento per l'attribuzione dei parcheggi alle unità. ....
vi ringrazio per le conferme.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.