LA CARRIERA UNIVERSITARIA O IL COGNOME?

messaggio inserito giovedì 13 gennaio 2005 da A TUTTI

A TUTTI : [post n° 39235]

LA CARRIERA UNIVERSITARIA O IL COGNOME?

Laurea con il massimo assoluto dei voti, tempi di laurea, carriera universitaria con la media del 28.8, conoscenza ottima del pc., conoscenza ottima dell'inglese, il tutto ottenuto con notevoli sacrifici e rinunce. Trovo decisamente SCANDALOSO che non ci sia un metodo di valutazione su questi parametri per decidere chi DEVE O CHI NON DEVE rimanere all'interno dell'università, e che nessuno si sia ancora ribellato all'accesso facilitato dei figli dei professori interni alla facoltà alle borse di studio post-laurea. I figli vengono scelti come assistenti dagli amici e colleghi dei genitori e l'università italiana è in lento declino! E' veramente una cosa scandalosa! A voi l'ardua sentenza
PS. MI RIFERISCO ALLA FACOLTA' di FIRENZE....non so se è così nelle altre facoltà!
alinger :
...mica non te ne eri accorto quando eri studente?
E' cos' in tutte le università italiane e in ogni facoltà.
Se sei sicuro della tua preparazione prova all'estero (paesi anglosassoni) lì vengono ancora riconosciuti i meriti.
ciao
mirk :
Mi viene in mente un dipartimento in particolare, nella tua facoltà, il dip. di restauro, dove la figlia di un professore (arcinoto e molto bravo, indiscutibilmente), adesso troneggia su tutti, accostata alla sua relatrice, senza un minimo di dignità per avere rubato la metà degli esami (anche con risultati reltavi, visto glia accosti che aveva! più o meno la media del 98!) ed avere ottenuto non so quanti punti per una tesi solo di ricerca!
Adesso pubblica insieme ai prof. amici del padre, unica 28enne insieme a tutti over 38, sui libri di restauro interi paragrafi!!! Borse di qui e borse di là....
Ma chi lo sa se esisterà un giorno in cui prevarrà la meritocrazia!!!!
lory :
Ho capito a chi ti referisci?!? E' proprio un caso così eclatante, eh? Pensa te! Me ne ero accorto anche io, ma pensavo che ad altri fosse passata inosservata...certo che ha proprio una bella faccia tosta!!!! IO nello stesso dipartimento, media del 105, votazione massima dei massimi come lei, mi hanno proposto di rimanere gratis! Quando sapevo che per chi volevano le borse c'erano!
manu :
il giorno in cui mi sono laureata a luglio del 2000, ero felice per aver raggiunto il mio traguardo ma soprattutto perchè non sarei mai più tornata nella facolta di architettura di firenze...io me ne sono scappata...è veramente scandaloso quello che succede in quella facoltà....per non parlare poi dei famosi esami di stato!!
G :
Ciao amici anche io sono daccordo sulle vostre considerazioni sulla facoltà di Firenze, anche nel dipartimento di progettazione c'è la figlia di due prof. che a 31 anni ha ricevuto in affidamento in modulo.
Ve lo ricordate Carlone il famoso prof. d'inglese che nel 1997 obbligava gli studenti a comprare le porcellane inglese è ancora all'interno dell'università a insegnare, invece di essere cacciato a calci in culo, come hanno fatto a Camerino con Capizzano. Sinceramente questi proff. parassiti non mi hanno insegnato niente.
SabaGio :
..credo sia un problema comune con tutte le facoltà italiane, non credo che firenze sia peggiore di tante altre; io mi sono laureato ad aprile 2004 e abilitato subito alla prima botta a giugno 2004. Devo dire che la fortuna é stata dalla mia parte, ma anch'io sono felice e contento di essermi liberato da ogni legame con l'università. Ho incontrato, su 35 esami sostenuti, solo 2-3 prof. che svolgevano/svolgono il loro mestiere con audacia, entusiasmo e serietà, ma sopratutto con quel rispetto nei confronti di noi studenti, che é degno di una società civile. Il restante fardello di prof. rappresentavano l'80% dell'inciviltà, menefreghismo tipico della società italiana.
Fortunatamente ci sono quelle poche eccezioni che confermano la regola e che ci aiutano a proseguire...!
Ciao
manu :
..forse sono stata l'inica "imbecille" a quei tempi, a non usufruire dell'esame di inglese comprato..ma non me ne sono mai pentita, anzi sono orgogliosa perchè ho preferito seguire il corso all'ateneo linguistico..non saprò perfettamente l'inglese ma posso gridare a gran voce che nessuno mi ha mai regalato niente...e che ora se sono una libera professionista è perchè metto a frutto tutte le mie capacità personali...E' SUL CAMPO CHE SI VEDE CHI RIESCE AD ANDARE AVANTI E CHI RIMARRA' INDIETRO..NON SCORAGGIATEVI E ANDATE AVANTI SEMPRE A TESTA ALTA...QUESTA GENTE PRIMA O POI CADRA'!!!
nikita :
...anche a milano ci sono casi eclatanti di nepotismo, e professori fannulloni (alcuni proprio visti solo alla presentazione del corso, per il resto il corso andava avanti grazie agli assistenti!)...
Cambiando un po' il discorso (ma rimanendo nello scandalo), mi ricordo di un prof (forse estimo) che faceva fare l'esame orale solo se portavi il suo libro nuovo (e dovevi portarlo! ... quindi non potevi aver studiato su un libro di altri, in prestito o fotocopiato). Poi lo firmava, per evitare che lo potessi dare ad amici etc. !!!! ... penso (o spero) sia stato richiamato...
A TUTTI (Sweetdream!) :
Io devo essere sincera, mi sono trovata bene nella Facoltà, di Firenze, mi sono scelta i professori che più mi ispiravano ed ho avuto molti validi insegnanti, che mi hanno sempre riconosciuto sul campo i meriti. (Capisco e so che intorno a loro ce ne sono molti di cui sarebbe meglio non parlare). Quindi durante il corso degli anni io ho sempre visto il mio lavoro riconosciuto, e vi assicuro senza raccomandazioni di nessuno (altrimenti non sarei qui a parlarne!), ho fatto una bellissima tesi, riconosciuta da tutta la commissione, con tanti complimenti di tutti per la mia carriera universitaria fino ad allora....E QUI COMINCIA IL BELLO! IO mi sarei aspettata di avere proposte per rimanere all'interno dell'università per svolgere attività di ricerca, con borsa ovviamente (il dipartimento di restauro di firenze non ha il dottorato x chi non lo sapesse!) Ma quale borsa e borsa, se i soldi sono pochi le borse sono già della figlia del Professore di restauro, non si vorrà mica scherzare? E' lei che per la sua bravura "pubblica" insieme ai grandi del Restauro!!(SCUSATE L'IRONIA!) (Non vorrei essere cattiva, ma quando andava a sostenere esami in dipartimenti nei quali il suo cognome non contava era pure molto tardiva!). INSOMMA CAPISCO TUTTI VOI CHE VOLEVATE LASCIATE L'UNIVERSITA', MA IO NON LO VOLEVO, IO HO STUDIATO TANTO X RIMANERE E SE TUTTO SI FOSSE BASATO SU UNA VALUTAZIONE DEI MERITI SUL CAMPO, NON SO DIRVI QUANTI PUNTI IN PIU IO HO RISPETTO ALLA SUDDETTA, MA NIENTE...CIA AVVIAMO VERSO UNA FUTURA CLASSE DI RICERCATORI INCOMPETENTI E RACCOMANDATI....ed ERA ORA CHE IO MI SVEGLIASSI DALL'ILLUSIONE DI POTERE RAGGIUNGERE LE METE CHE VOLEVO SOLO CON L'IMPEGNO E LA BRAVURA! Come mi hanno detto i miei amici "BUON GIORNO..ECCOTI NEL MONDO REALE" .............MI SA CHE ERA MEGLIO QUELLO DELLE MIE ILLUSIONI.....MA MI DOVRO' RASSEGNARE!!!
nikita :
... o denunci la cosa alla facoltà, alla stampa, etc. oppure cerchi altre soluzioni. Perchè lavorare lì se pensi non sia un luogo degno di rispetto? .. se la tua tesi vale, sicuramente ci saranno persone (poche!!!) che la sapranno apprezzare! E se non lo fanno, cambia strada! L'Italia è piena di mediocri, ma sta a noi cambiarla nelle piccole cose! Rivolgiti ad altre università (se vuoi anche straniere), a studi professionali, ad associazioni che fanno ricerca ... insomma non ti abbattere e non buttare via quello che di buono hai fatto! Se hai trovato buoni professori, resta in contatto con loro ... abbi fiducia, quindi, anche se l'inizio sarà difficilissimo!
In bocca al lupo!
aLICE :
appunto a tutti!
siL :
accidenti quanto ti capisco.... mi sembra di leggere il mio sfogo quotidiano a fidanzato e altri...
MIGLIOR LAUREATA DI UN ANNO ACCADEMICO, media del 107,3, e tanti tanti saluti da tutti.
Ho trovato un lavoro abbastanza buono, diciamo nella media. Ma i miei sogni e le mie illusioni erano decisamente altre. Non demordo, ma in quasi due anni di tentativi sia nel pubblico, che nel privato, ho trovato tanto nepotismo, o al meglio conoscenze trasverse.
Cmq non abbiamo altra scelta che denunciare i fatti anche con mezzi come questi, poi girare lo sguardo e continuare per la nostra strada.
un in bocca al lupo grande
Giu :
Anche a Palermo (ad Ingegneria) esiste un prof che ti fa fare l'esame solo con il suo libro e poi lo firma!!!
E lasciamo perdere le dinastie che ci sono all'università, tra tutte le facolà ad Architettura, Medicina e Giurisprudenza!!!!
Andrea :
purtroppo, qui da noi, l'Architettura funziona proprio così...
e quando tenti di presentarti per quello che sei in realtà (o per quello che sai REALMENTE fare) ti senti rispondere in due modi:
1- TUTTE BALLE
2- Però, chissà quanto mi costa 'sto professionista...

questo, ovviamente, se sei uno sconosciuto... :-((
BARBI :
Non è leggenda! Io ho sostenuto l'esame di Estimo con C...A e ti assicuro che i suoi tre tomi li ha voluti vedere ed ha provveduto ad autografarli.
nikita :
...! ma esiste ancora quel prof?Pensavo lo avessero richiamato!
Stefan :
Vi volevo segnalare quello che è accaduto a un mio amico che si è laureato nel 2003 nella mitica facoltà di architettura di Firenze, che dopo un controllo si è reso conto che un noto professore era presente in due esami di laurea contemporaneamente, infatti nel secondo esame è stata la moglie, menbro della commisione, a firmare anche per il marito. Questo dovrebbe essere un reato, falso in atto pibblico. Ma da chi ti puoi lamentare se questi proff. controllano la facoltà.
saretta :
Io me lo ricordo Carlone e le sue porcellane e devo dire che mi hai fatto veramente ridere perchè mi hai fatto tornare alla mente quest'orrido e squallido episodio di vita universitaria.La facoltà di architettura di Firenze potrebbe benissimo essere lo scenario surreale di qualche libro di Pennac
CIAO!!
aLICE :
PENNAC SAREBBE CONTENTO.FRANZ K. AMEREBBE ANKE SOLO UNO DI QUESTI EPISODI. E.A.POE ENTUSIASTA!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.