Scale a sbalzo senza parapetto...e normativa sicurezza.

messaggio inserito giovedì 23 marzo 2017 da Pierpaolo

Pierpaolo : [post n° 395091]

Scale a sbalzo senza parapetto...e normativa sicurezza.

Buongiorno,
premetto che sono un novello progettista, con esperienze di progettazione in campo accademico, non tanto nel mondo "reale" (normative sicurezza etc..) vi pongo un quesito sulle scale a sbalzo senza parapetto, oggetti di design molto caro agli architetti contemporanei. Nella realtà come risolvete il problema della normativa sicurezza in base alla quale le mie proposte "più ardite" vengono bloccate sul nascere da parte di colleghi con cui collaboro.

Vi ringrazio fin da ora per condividere le vostre esperienze in merito.
ponteggiroma :
semplice: non fare proposte troppo ardite cercando una mediazione tra normativa e "slancio creativo". Esempio pratico: tuo figlio (eventuale), ce lo faresti salire su una di quelle scale?
Pierpaolo :
Io taglierei il problema alla base e proporrei di limitare i danni non facendo più figli :-)

Scherzi a parte, la mia voleva essere una provocazione un po' più sottile. Noto sempre di più proposte di scale per persone "senza figli" (mettiamola così): vengono spesso riportate realizzazioni di questo tipo in barba alla sicurezza. Stando alle attuali norme tutti questi progetti non dovrebbero essere stati approvati, sta di fatto che lo sono ed esistono. Non avendo molta esperienza in materia, mi verrebbe da dire che 'sta benedetta norma sicurezza non è poi così stringente. Lo è o costituisce una zona grigia in cui ci si può muovere liberamente?

Sono particolarmente interessato al parere di chi ha progettato questo tipo di realizzazioni.
ivodivo :
Per quella che è la mia esperienza in moltissimi comuni il sopralluogo da parte dell'ufficio tecnico che rilascia l'agibilità, in caso di residenziale, non è obbligatorio per cui spesso diciamo che si "rischia" e si fa come più ci piace. Addirittura in caso di CIL l'agibilità è asseverata dal tecnico che la firma. E comunque in caso di controllo puoi comunque mettere a norma in maniera "posticcia" il parapetto per ottenere l'agibilità e poi ripristinare il tutto una volta che si ha in mano il fatidico documento. Oh, non voglio incentivare comportamenti illegittimi, ma è per dare una spiegazione al fatto che se ne vedono di tutti i colori. A me per esempio è capitato proprio di fare una scala con gradini a sbalzo e tubo corrimano laterale senza alcun montante.
Quanti edifici, anche pubblici, si vedono con chilometri si parapetti con bacchette orizzontali? Sono scalabili e per cui non a norma......
In residenze private ho addirittura visto più di una rampa senza corrimano, spesso anche pubblicate su le più rinomate riviste di architettura..........
ivana :
il problema, come ti faceva notare ponteggi, non è nella normativa in se. Le scale senza parapetto sono un pericolo per tutti e soprattutto per i meno avvantaggiati (bambini- anziani e disabili). L'unico vantaggio che mi viene in mente in una scala senza parapetto è nel trasporto mobili da un piano all'altro. ..E quindi penso che per un bravo professionista, che sappia progettare anche splendidi parapetti oltre a splendide scale, non dovrebbe esitere "zona grigia"
desnip :
Le scale a sbalzo senza parapetto le ho viste solo sulle riviste e su Internet...
Qualche giorno fa sono stata a casa di un'amica con scale del tutto a norma (parapetto, cancelletto di sicurezza, ecc.).
Ebbene, proprio giocando a rincorreci coi suoi bambini sono a sbattere la capoccia sotto i gradini! E mi ha detto che era capitato pure a loro e quindi dovevano provvedere a chiudere il sottoscala o a metterci qualche mobile.
Insomma, il pericolo c'è non solo per i bambini, ma per tutti. A meno che non mi debba inserire nella categoria "anziani e disabili"... :-)
ponteggiroma :
ah ah ah... desnip che mentre gioca coi ragazzini sbatte la capoccia sotto i gradini. Che immagine!
I tuoi amici si saranno sbellicati... o cercavano di trattenersi?
ivana :
...bambini, anziani, disabili e allegri distratti :-)
desnip :
Ecco, ponteggi, io sono nell'ultima categoria indicata da ivana... Distratta di sicuro, allegra non so...
Siccome sono peggio di Fantozzi o Stanlio e Ollio i miei amici sono abbastanza abituati. Erano piuttosto preoccupati che mi fossi rotta la testa... ma è dura.
patri :
Anch'io sono nella categoria "distratti" e le scale senza parapetto mi fanno abbastanza paura... le ho viste solo sulle riviste e a casa di qualcuno dove il parapetto è stato "dilazionato" causa esaurimento fondi ;-)
Normative a parte, io le ritengo pericolose per chiunque: distrarsi, scivolare o inciampare può capitare a tutti e volare da un'altezza di uno o due metri da terra (il parapetto serve anche per contenere le cadute!) può comportare conseguenze molto serie.
La "zona grigia" delle norme la vedo applicata spesso con spazi vuoti nei parapetti maggiori dei fatidici 10 cm e sull'arrampicabilità, ma credo sia sempre necessario valutare bene il contesto dove si lavora (e il cliente!)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.