Verifica idoneità tecnico-professionale impresa esecutrice

messaggio inserito mercoledì 23 agosto 2017 da Pal

Pal : [post n° 400008]

Verifica idoneità tecnico-professionale impresa esecutrice

Il vostro committente che deve ristrutturare casa (esterni interni etc.) sceglie l'impresa:

Trattasi di un signore, che non lavora fisicamente, ma fa sostanzialmente il commerciale di se stesso.
In visura è una impresa individuale.
Il Durc ce l'ha.
L'organico medio è 0 (zero) in quanto non ha e non ha mai avuto ne mai avrà dipendenti di alcun tipo.
Non ha nessunissima attrezzatura (tolti gli attrezzi manuali e un trabattello da interno).

Che fate ve lo prendete nel vostro cantiere?
desnip :
La cosa scandalosa è che possano esistere ditte di questo tipo, che la legge lo consente.
marS :
Se il Committente lo ha scelto se ne assumerà anche le responsabilità che ciò comporta, a partire dall' effettiva idoneità tecnico-professionale. Potrà lavorare nel cantiere come "lavoratore autonomo" insieme ad altra impresa o ad altri lavoratori autonomi ma in querst'ultimo caso tutti i lavoratori autonomi presenti in cantiere costituiranno di fatto un'impresa e come tale dovranno assolvere a tutti gli obblighi sulla sicurezza...
d.n.a. :
Qualcuno però li farà materialmente quei lavori, quindi signore subappalterà a caio, tizio, o nome di altre etnie italiane/comunitarie/extracomunitarie, che DOVRANNO essere in regola, altrimenti signore, non me lo prendo in cantiere.
paola2 :
una delle peggio situazioni.
Coi clienti insito sempre di prendere in considerazione solo imprese con dipendenti.
spesso non mi danno retta e quindi, in questi casi, mi faccio sottoscrivere dal committente una malleva in cui lo informo di cosa recita il DLGS 81 ma anche la Circolare M.L. n. 16/2012 (se non ricordo male) in cui si dice che un lavoratore autonomo senza dipendenti non puo' appaltare l'intero lavoro e che, in caso di infortunio sul lavoro, le conseguenze per il committente sono PENALI.
paola2 :
concordo.
biba :
Ciao Pal, mi sa che conosciamo lo stesso "signore"... o che ce ne sono veramente tanti in giro come loro, promotori del lavoro nero. La risposta alla tua domanda se ce lo prenderemmo in cantiere penso sia NO per tutti, ma la risposta vera è che alla fine devi fare quel che vuole il tuo cliente, oppure perderlo. Pure io mi faccio sottoscrivere due righe come dice Paola, ma spero di non doverne mai verificare l'efficacia in tribunale perché non sono tanto convinta che servano...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.