Ritinteggiare edificio storico

messaggio inserito lunedì 2 ottobre 2017 da Stefi_

Stefi_ : [post n° 401315]

Ritinteggiare edificio storico

Mi è stato affidato l'incarico per la ritinteggiatura di un edificio storico, mi trovo di fronte a un dilemma: l'intonaco esistente è a base di cemento, rivestito con pittura acrilica, a causa di interventi non proprio congrui realizzati negli anni 80-90. Questo intonaco non sta messo poi così male... se non fosse un edificio storico proporrei la pulitura e raschiatura di quello esistente, la stesura di primer e rasante e nuova tinteggiatura, che ovviamente non potrà essere a base di calce, visto che il supporto è cementizio. Essendo un edificio storico, sarei più propensa a spicconare e rifare l'intonaco a base di calce, ma mi sembra un po' una forzatura, visto che non sta messo così male.. i costi poi per fare un buon lavoro senza spicconare tutto non sono così bassi... Insomma sono un po' in dubbio su cosa proporre.. Qualcuno ha avuto un'esperienza simile?
ponteggiroma :
La risposta puoi trovarla solo nel budget del committente. Mi permetto inoltre di puntualizzare sul termine "spicconare". Non è la stessa cosa di rifarlo completamente, ma appunto: spicconarlo.
Xxylvia :
Ciao, se l'edificio è storico, varrebbe la pena descialbare l'intonaco cementizio e risalire all'intonaco originale, che magari non è più presente, ma a cui sarebbe bene risalire (a mio parere), magari con un minimo di ricerca storica, così da giustificare la spesa anche al committente: riportare l'edificio all'origine facendone acquisire valenza storica ( e forse ancher valore commerciale). Ciao
Stefi_ :
Grazie per le risposte. Ma mi chiedo: se anche facendo indagini stratigrafiche risultasse che sotto gli strati superficiali c'è ancora il vecchio intonaco alla calce, è possibile eliminare solo gli strati superficiali cementizi? Immagino che sia un lavoro molto lungo e complesso... è fattibile? @ponteggiroma: mi chiarisci cosa intendi? per me "spicconare" vuol dire togliere completamente l'intonaco e arrivare a vivo muro.. mi sbaglio?
ponteggiroma :
@stefi spicconare vuol dire appunto spicconare, ovvero usare il piccone per rimuovere le piccole porzioni di intonaco pericolanti o decoese e/o predisporre la superficie di quello buono per la colletta finale. Togliere tutto l'intonaco si chiama "rimozione completa di intonaco" e solitamente per quest'operazione non si usa il piccone.
@xylvia, il termine "descialbo" è riferito solo ed esclusivamente alla pittura finale, al max fino alla colletta, non certamente all'intonaco
buccio54 :
Attenzione alla caratteristica storica dell'edifico, colore, segni, etc., e il primo passo per un lavoro così importante, è non correre il rischio di essere sorpresi dai cittadini e dalla Amministrazione, Comune, Regione, Soprintendenza, a fare un colore di facciata diversa, incorri in sanzioni severe, e sarebbe il caso tu facessi un rilievofotografico, ti rivolgi a un impresa e chiedi un preventivo per fare in modo che sia il colore uguale all'esistente storico, e se spicconare o fare di più le imprese ti consigliano, tu stessa potresti fare un saggio con le imprese, il valore di queste tre proposte le valuti e poi le presenti al committente.
xxylvia :
Ciao ponteggiroma, forse ho usato un termine improprio, ma intendevo togliere tutto ciò che non è originale, tutto ciò che non fa parte della natura dell'edificio. Hai fatto bene a puntualizzare.
E comunque sottoscrivo quello che dice buccio54, anche se davo per scontato fosse già stato fatto :-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.