Variante in Corso d'Opera

messaggio inserito giovedì 1 marzo 2018 da Ark in Progress

[post n° 406564]

Variante in Corso d'Opera

Cantiere in corso con PdC rilasciato in centro storico, piano casa.

Praticamente, nelle altezze interne risulta un errore di realizzazione di 6 cm, precisamente l'altezza minore, che supera il 2% di tolleranza della legge.

Siccome è stato da poco realizzato, il tutto è ancora in corso, un collega mi ha suggerito di fare una Scia in Corso d'Opera per aggiornare i grafici, anche perché ci sono delle cose che non verranno realizzate.

A me la cosa sembra strana come procedura. Poi pensate che sia fattibile ?
:
Scia in corso d'opera non mi risulta... So che a fine lavori si può presentare una Scia con variazioni non essenziali, ma in questo caso mi sembrano proprio "essenziali".
:
SCIA in variante a PdC in corso d'opera si può fare (art.22, c.2 DPR 380/01) e anche a fine lavori (art.22, c.2-bis DPR 380/01). Il problema è che si può fare solo per varianti non sostanziali e che non devono incidere sui parametri urbanistici e sulle volumetrie. Qui si parla di una variazione delle altezze e quindi delle volumetrie, quindi a mio parere è una variante sostanziale e necessita di un nuovo PdC.
:
Hai ragione, Ale. Mi era sfuggito che il titolo autorizzativo di partenza era il pdc.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.