Scia produttiva Parma

messaggio inserito sabato 31 marzo 2018 da dany

[post n° 407758]

Scia produttiva Parma

Ciao a tutti, un'azienda che costruisce macchine da caffè e che poi le vende tramite rappresentanti mi chiede di redigere una SCIA produttiva per iniziare l'attività, quindi no edilizia....che modulistica devo utilizzare? Se ne occupa il comune o la camera di commercio? Sono confusa perchè ho letto molti articoli ma non so orientarmi perchè non ne ho mai fatte.
:
Ciao, vai sul suap del comune interessato, li c'è la modulistica. per avere un riferimento vai sul portale impresainungiorno, e li trovi tutto quello che serve. La scia è come quella edilizia, solo che comunichi l'inizio della nuova attività.
:
attenzione che impresa in un giorno è solo un portale utilizzato da alcuni comuni e non ha tutta la moduslistyica obbligatoria.
Fa fede, secondo il decreto madia, solo quello che è pubblicato sul sito del comune in cui si trova l'insediamento produttivo.
noi ad esempio per una scia di inizio attività produttiva chiediamo planimetria di rilievo quotata, atto comprovante la disponibilità dei locali, eventuali requisiti professionali se previsti, versamento ats, requisiti morali, autorizzazioni ambientali se previste, adempi8menti impatto acustico se previsto, adempimenti VVFF se rpevisti.
attenzione che spesso rigetto scia perchè non c'è la destinazione d'suo compatibile o manca l'antincendio. in questi casi facciamo anche la segnalazione in procura per falso in atto pubblico.
verifica col comune che portale usano per presentare le scia, che documenti vogliono e che modulistica usano.
noi usiamo impresa in un giorno e assolutamente non risporta l'elenco dei documenti obbligatori in toto in quanto è appunto solo il mezzo con cui i comuni ricevono le istanze.
:
beh ArchiFra, se fa fede solo quello che è pubblicato sul sito del comune, direi che dove lavoro io.. meglio lasciamo stare va... per farti capire, il comune per il suap fa riferimento all'unione dei comuni che fa riferimento al portale, quindi cosa fa fede? visto che sul sito del comune c'è ancora la normativa ante guerra, sul sito dell'unione il link a impresa in un giorno?... fatto sta che come sempre, nei 7 955 comuni italiani vi sono 7 955 procedure, o idee, o interpretazioni che dir si voglia.
Infine, sta storia che mi segnali in procura... sono buono, perchè so che non è colpa tua.. ma mi sta antipatica.
:
la segnalazione in procura è dovuta quando c'è attestazione di falso in atto pubblico, ad esempio se mi dichiari che non sei soggetto ad adempimenti antincendio, e sei una palestra di 600 mq, oppure che hai il cpi e invece è scaduto da 5 anni.
la legge madia è chiarissima: il comune non può chiedere documenti che non siano elencati sul suo sito istituzionale. se te li chiede tu ti rifiuti e hai ragione perchè il comune è inadempiente
:
anche noi facciamo riferimento al portale ma solo per l'invio delle istanze. le nostre pagine sono molto precise (le ho fatte io per la mia parte!! ecco) e riportano la rava e la fava a prova di idiota :)
poi ovviamente ho sempre quello che salta su a contestare la richeista di integrazioni, ma abbassano subito la cresta appena gli dico che sul sito c'è tutto l'elenco, e ammettono di manco aver guardato
:
ArchiFra ti vedo con la fascia sulla fronte tipo rambo al front ofice del suap, a combattere con noi poveri tecnici che manco sappiamo (o facciamo finta di non sapere) che servono gli adempimenti antincendio per una palestra di 600 mq, e cerchi di sopravvivere alle ingiurie dell'architetto di turno. :-D.. a parte gli scherzi, penso che probabilmente i grandi comuni siano ben attrezzati per quanto riguarda la documentazione dei siti, ma quelli piccoli lasciamo perdere va. Il suap a mia opinione era una buna idea, a livello di concetto, ma nella pratica è diventato un passacarte, ancorchè organizzato e indicizzato, ma pur sempre un passacarte. Suap era l'unico punto di riferimento per l'impresa, bene... ora tu dimmi se io vado al suap a chiedere per una amplimento in variante allo strumento urbanistico, se mi sanno dire qualcosa, no, mi mandano al sue, e quindi cosa mi servi, se non ad essere un passacarte che fa un mucchio e le distribuisce? chiudo qua, altrimenti dany si rompe le scatole a vedere la nostra discussione, che poco centra con la sua richiesta.
:
le scia produttive che mi arrivano sono fatte per lo più da commercialisti, che quanto a ignoranza ti saluto: parecchi si sono indispettiti perchè abbiamo rigettato l'istanza che ci hanno mandato senza nessun allegato e senza nemmeno i dati catastali, proprio perchè impresa in un giorno ti fa proseguire anche se non alleghi nulla per certe istanze. il resto sono storie di vita vissuta: ingegnere che tira su un putiferio sostenendo che una palestra di 500 mq NON deve presentare scia, nè rispettare i requisiti disabili, nè quelli antincendio, nè la dotazione di parcheggi perchè è una asd; architetto che mi fa mandare la lettera dell'avvocato perchè per due volte gli rigetto due scia identiche per una palestra di 400 mq a cui è stata prima diniegata la scia VVFF dal comando, e poi manca il parere favorevole; utenti che pretendono che io gli faccia la scia e mi dicono candidi "è il suo lavoro".
ora ti sconvolgerò ma... io seguo anche i suap in variante ai sensi dell'art.6 dpr 160/10 :) e anche lì ne avrei da raccontare! il punto, epr me che ci lavoro, non è l'ignoranza perchè tutti noi dobbiamo formarci, è l'arroganza di chi fa dell'ignoranza un vanto e pretende di aver ragione solo perchè lo vuole.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.