Variazione catastale

messaggio inserito sabato 10 novembre 2018 da Angi

[post n° 414672]

Variazione catastale

Buongiorno,
Avrei bisogno di un vostro parere.
Per una cucina che diventa camera senza variazione metratura, e la realizzazione di un angolo cottura, va fatta la variazione catastale, o si può vendere l'immobile?
Inoltre, se si è ingrandita la porta, da 1 metro a due metri, per questo va modificata la planimetria?
Grazie tante a chi vorrà rispondermi
:
Si devi rifare la scheda apportando entrambe le modifiche di cui parli.
:
Per la trasformazione da cucina a camera deve essere fatta la variazione catastale, mentre l'allargamento di un'apertura non è rilevante ai fini del calcolo delle consistenze e delle rendite catastali quindi, se la modifica fosse solo questa non sarebbe necessario.
:
È una casa che ho acquistato.
È per l'angolo cottura? Va dichiarato? Devo far fare dal venditore la variazione prima dell'atto notarile?
Cambierà la rendita catastale?
Grazie per le risposte
:
E' sempre necessario quando si fa una modifica, anche se non comporta variazioni delle consistenze e delle rendite, visto che poi quando vendete dovete dichiarare la conformità con lo stato di fatto sotto la Vs. responsabilità.
:
Dove lavoro io l'intervento descritto è soggetto a cila....quindi io mi preoccuperei di più della legittimità edilizia e poi del catasto
:
quoto quanto detto dagli altri e aggiungo che è SEMPRE il venditore che DEVE provvedere a verificare la legittimità dell'immobile in comune in primis, la corrispondenza con il catasto dopo, e se necessario fare quanto serve per sanare eventuali difformità.
:
Grazie a tutti per le risposte.
Se ho capito bene, il venditore deve dichiarare ogni cambiamento di destinazione d'uso e di variazione?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.