Cassa o INPS?

messaggio inserito mercoledì 16 gennaio 2019 da Silvia

[post n° 416819]

Cassa o INPS?

Buonasera, premetto la mia ignoranza in materia. Essendo stata dipendente per 15 anni non mi sono mai iscritta all'albo (non ho fatto la professione, ma ho passato l'esame di stato nel 2001), quindi ho sempre pagato i contributi INPS. Poi l'azienda ha chiuso e ho dovuto aprire PIVA. Ora mi domando se dopo 18 convenga iscriversi all'albo degli architetti e alla cassa o continuare a pagare l'INPS. Grazie mille a tutti
:
ciao silvia se sei solo architetto libero professionista non puoi essere assoggettata a INPS ma obbligatoriamente a Inarcassa. l'alternativa è aprire la Partita Iva come Società di architettura e pagarti INPS come socio/dipendente ma la questione sarebbe da chiarire con la commercialista perchè le spese salgono.
ad ogni modo dovrai fare la ricongiunzione dei versamenti da INPS a INARCASSA e potrebbero essere onerosi. Devi contattare Inarcassa per farti fare una valutazione e preventivo.
:
La ricongiunzione dei contributi è meglio farla quando si è vicini alla pensione perchè le che cose nel frattempo potrebbero cambiare ancora(potrebbe trovare un altro lavoro da dipendente). Comunque per rispondere alla domanda per fare la libera professione devi per forza iscriverti all'ordine e ad inarcassa.
:
Mi trovo in una situazione simile. In ogni caso con P.IVA non paghi più l'Inps ma Gestione separata di Inps. E non sono la stessa cosa. Sono due casse separate. Quindi anche in quel caso i contributi devono essere poi "uniti" ( non so dirti bene con quale tipo di operazione si preciso). Quindi non è una continuazione di pagamento. Diciamo che se non ti iscrivi all'albo puoi iscriverti alla gestione separata. In caso di iscrizione all'albo dovrai iscriverti obbligatoriamente a Inarcassa. Almeno così mi hanno detto quelli di Inarcassa. :/
:
Non sono esperta di ricongiunzioni, ma so che la cosa è diventata più semplice e meno onerosa da qualche anno a questa parte.
Inarcassa è molto ma molto più conveniente di qualsiasi soluzione possa offrire l'INPS, che sia un'iscrizione all'artigianato o al commercio, ancor di più rispetto a una gestione separata. Il raffronto è fra 14 e dispari di Inarcassa contro i 23 o i 27 di INPS.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.