Stima preliminare parametrica

messaggio inserito martedì 16 aprile 2019 da archiforte

[post n° 420473]

Stima preliminare parametrica

Buongiorno a tutti, mi trovo in una situazione nella quale devo stimare a livello preliminare il costo di una ristrutturazione per un cliente. Il cliente deve valutare se acquistare un piccolo immobile su cui fare un'operazione immobiliare (ristrutturazione e rivendita). E' la prima volta che mi capita, solitamente i cliente mi chiedono un cme su un progetto definitivo che già sono convinti di realizzare su un immobile già di loro proprietà. Ora in mano ho pochi elementi e vorrei utilizzare il metodo parametrico. Ho acquistato un testo specifico con schede (del 2014). Una volta fatte gli opportuni calcoli e aver adeguato il costo con le variazioni istat, il risultato che ottengo è credibile? quanto è veritiero questo risultato? quale margine di errore devo considerare? avete mai fatto stime di questo tipo?
:
Difficile risponderti. In linea di massima io mi regolo ad "occhio", nel senso che meno elementi hai, piu impreciso è il calcolo, e in linea di massima per preventivare a spanne i costi si ragiona per macrocategorie tipo impianti, serramenti, porte, e a spanne a seconda di quanto grande, e cosa si fa, arrotondando per eccesso si ottiene un risultato, che è sempre beneficiario di dubbio.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.