Prescrizione sanzione pecuniaria C.I.L.A. in sanatoria

messaggio inserito venerdì 26 aprile 2019 da paoletta

[post n° 420760]

Prescrizione sanzione pecuniaria C.I.L.A. in sanatoria

Buongiorno, in riferimento alla sanzione pecuniaria di 1000 euro per la comunicazione spontanea di interventi edilizi effettuati senza comunicazione, come previsto dalla C.I.L.A. in sanatoria.
Trattandosi di una sanzione pecuniaria, sconnessa da sanzioni penali e amministrative di natura edilizia, soggiace ai termini di prescrizione quinquennale. Questa interpretazione appare comune a molti tecnici.
Qualcuno di voi si è trovato in un caso del genere?
:
Per quanto ne so, in riferimento agli abusi edilizi, vanno in prescrizione solo ed esclusivamente le sanzioni penali.
:
...esatto gioma...gli unici atti che non vanno mai in prescrizione sono gli atti amministrativi...
:
altrimenti la CILA in sanatoria non avrebbe senso, aspetterebbero tutti i cinque anni e via.
:
Anche io pensavo cosi', poi un collega mi ha scritto questo:
L'applicazione della prescrizione in ambito delle sanzioni amministrative per avvenuta attività illecita di tipo urbanistico-edilizio-paesistico è confermata da una sentenza del TAR VENETO del 22/04/2011 n.678.
:
Paoletta ho dato un'occhiata alla sentenza che citi ma mi pare che confermi quanto già sapevamo e che hanno sottolineato Gioma ed InGeo.
Sbaglio?
:
No, secondo me non sbagli. Questo mio amico collega dice che il tecnico comunale anche lui perplesso ammette che potrebbe essere applicabile con una dichiarazione sostitutiva di atto notorio sull'epoca di realizzazione delle opere.
La settimana prossima ci vado a parlare con questo funzionario...
:
la cila in sanatoria ha comunque valore. la prescrizione dovrebbe essere solo sulla sanzione pecuniaria.
:
A quanto so. Alcuni comuni come Bologna applicano quanto dici (pero specificato nel R.u.e). Trascorsi i 5 anni, comprovati, e che non abbiano comportato aumento di superficie utile, trasformazione di superficie accessoria in utile, non si procede all'applicazione delle relative sanzioni
:
vi dico cosa mi è accaduto per una vecchia DIA. il cliente nel 2003 fa dei lavori ma non chiude la pratica. vado in comune e chiedo info, loro mi dicono che di fatto dovrebbero applicare la multa ma sanno bene che se applicano la multa il cliente potrebbe citarli e perderebbero. mi ha lasciato chiaramente intendere che loro ci provano a chiedere i soldi, poi se va male.....amen.
purtroppo non posso dirvi come è andata a finire perchè non abbiamo più fatto la pratica per altri motivi ma credo abbia presentato una SCIA senza chiudere la vecchia DIA ovviamente ha anche terminato i lavori, sono certo che se la SCIA la presentavamo noi ci fermavano il cantiere!!ahahahah.
Quindi ciò che dice paoletta è assolutamente verosimile ma come fai a dimostrare che i lavori sono stati eseguiti effettivamente prima dei 5 anni? e inoltre mi chiedo anche perchè dobbiamo inventarci noi questi draghi per far risparmiare al cliente abusivo i soldi che invece dovremmo proprio far pagare cosi imparano che bisogna rispettare le leggi?!?!?!? da qui il fatto che per me trattandosi di cila in sanatoria è necessario il versamento.

comunque bell'argomento, vediamo come va a finire!
:
Il tecnico funzionario ammette che con le responsabilità penali dovute a dichiarazioni false dell'atto notorio la gente si scoraggia e desiste.
Se me lo ripete gli rido in faccia. C'é gente che pur di mettersi in tasca due soldi dichiara questo mondo e l'altro di falsità. bah...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.