In Cerca di Clienti

messaggio inserito martedì 13 agosto 2019 da amico architetto

amico architetto : [post n° 423839]

In Cerca di Clienti

Un saluto a tutti i colleghi.

In che modo acquisite nuovi clienti? Vi limitate al solo passaparola? Se si in che modo lo incentivate?



Jrk87 :
Marketing. L'anima del commercio.
Un giorno mi ha chiamato uno che ho conosciuto ad una festa. Ma vivo in un altro paese dove comunque il lavoro c'è e gente che ha soldi da investire c'è.
gioma :
Un sito web personale ti darebbe maggiore visibilità di sicuro, ma non ti garantisco nuova clientela.
ArchiFish :
Ho la sensazione che un minimo di progetto di marketing, se non altro a livello di immagine che si vuole dare e di posizionamento sulle principali piattaforme più o meno social, siano indispensabili. Avere un profilo Instagram, una pagina Facebook, un sito web, geolocalizzare la propria sede su Google Maps, comparire sui principali portali di settore che permettono di offrire/mostrare i propri servizi (senza farsi strozzinare) è, oggi giorno, da ritenersi alla stregua del vecchio comparire su elenco telefonico e Pagine Gialle, con in più il vantaggio di poter mostrare qualcosa di sè e del proprio operato.
Sono scettico che la cosa possa apportare un contributo in termini di clientela. Serve più che altro a rendersi reperibili. Per lo meno nella realtà "provinciale" e per nulla meritocratica in cui mi trovo ad operare, il passa parola, le conoscenze e le botte di fortuna, contano più del saper fare, della professionalità e del sapersi proporre in maniera innovativa.
desnip :
Archifish, purtroppo sposo in pieno la tua ultima frase...
amico architetto :
Tutto giusto e condivido in pieno.

Ciò che maggiormente noto di negativo dei colleghi è l'essere generalisti e non specializzati in praticamente niente. Fanno tutto, dalla A alla Z, a 360°. Ma manco fossi Leonardo Da Vinci.

Poi il Marketing e la Differenziazione sono fondamentali, oltre alla continua formazione. Ma no quella gratuita fatta a casaccio per avere questi dannati crediti ma quella che veramente ti forma, no la formazione Aziendale che poi, altro non è che una vera e propria marchetta.

Non è possibile che un Architetto, per esempio, faccia DL, Progettazione, Catasto, Volture, Successioni, ecc. di tutto di più. Se non lo fa lui si prende comunque l'incarico perché lo passa al collega bravo in quello prendendosi una mazzetta.

Mettiamoci anche nei panni del cliente che deve scegliere la migliore soluzione per lui.
desnip :
Ognuno ha il suo pensiero su questo aspetto... Io la penso in modo completamente opposto. Se escludiamo le specializzazioni "particolari" in campi importanti, che ti danno grosse opportunità di lavoro, chi lavora in un paese di provincia DEVE saper fare tutto.
Credi che si possa campare facendo solo catasto o facendo il progetto di una piccola ristrutturazione e lasciando la dl a un altro?
amico architetto :
Saper fare tutto mi arriva come non saper far nulla.
desnip :
Però specializzarsi eccessivamente su una cosa significa ragionare a compartimenti stagni. Magari non si può saper fare tutto, ma bisogna sapere di tutto.
Esempio: generalmente un architetto si occupa della progettazione architettonica e non di quella strutturale. Ma bisogna "sapere" almeno a linee generali come funziona strutturalmente un edificio. Altrimenti ti ritrovi, come capita molto spesso, ad affidare il tuo progetto a un ingegnere che lo stravolge completamente perchè non sta in piedi.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.