Tesi su ciò che non insegnano e consigli vari

messaggio inserito venerdì 27 settembre 2019 da Caterella

Caterella : [post n° 424964]

Tesi su ciò che non insegnano e consigli vari

Ciao a tutti! Sono in procinto di chiedere la tesi e sono indecisa su due argomenti ma che in sostanza sono di materia comune: sostenibilità. L'idea è quella di riqualificare una parte di città rendendola resiliente al cambiamento climatico oppure progettare un edificio ad energia 0. Purtroppo in facoltà c'insegnano meno di 0 al riguardo quindi: libri validi sull'argomento? Che proprio spieghino in pratica cosa si fa. Inoltre: programma di modellazione secondo voi più valido? So usare Rhino ma so che non è proprio da architetto.. So che probabilmente dopo l'università finirò a sistemare scaffali da Leroy Merlin (se mi va bene) però diciamo che voglio imparare qualcosa prima della tesi e facendo la tesi visto che usciamo dalla facoltà e non sappiamo nemmeno ristrutturare il bagno di zia Maria. Altra cosa: il corso sulla sicurezza in cantiere serve a qualcosa?
archDavide :
Ciao, per il tema della tesi, la sostenibilità è di certo un ottimo tema. Ti consiglio di fare qualcosa che ti piace, che ti stimoli. Penso che il resto non conti. Almeno, io ho fatto così progettando un edificio a consumo di energia zero (quasi zero).
Per i software, impara ad usare un BIM. E' il futuro ed attualmente se guardi gli annunci di lavoro moltissimi cercano professionisti del BIM. Dovrai poi fare un corso per avere la certificazione, ma se già lo sai usare sarai un passo avanti. Il BIM ovviamente ha senso se utilizzato per il suo scopo e non per sola modellazione 3d.
Il corso della sicurezza te lo sconsiglio: si viene pagati poco e spesso sono solo casini. Ripeto, molto meglio un corso BIM.
E' solo il mio consiglio (che sono comunque uno sconosciuto), ma documentati su quanto ti ho detto e scegli poi tu, quello che ritieni più in linea con il tuo "sentire".
Buona fortuna!
desnip :
Io invece il corso sulla sicurezza lo consiglio. Anche se non vuoi fare il coordinatore per la sicurezza, ma solo per conoscere bene le norme in materia che, per chi opera in cantiere, sono fondamentali.
Albo :
Opinione un po controcorrente, per me le tesi di progettazione sono poco utili, meglio una tesi di ricerca ti insegna a cercare le fonti corrette e citarle, come aggregare i dati e trattarli scegliere una metodologia che sia scientificamente valida, come strutturare una ricerca e fare scalette mentali. Trovo in generale sia più formativa, di progettazione nei 5 anni ne avrai fatta molta.
Sui corsi per poter fare il coordinatore per i laureati oltre il corso va documentato almeno un anno di lavoro comprovato (d.l., assistente di cantiere ecc). Ti consiglio di farlo in un secondo momento, anche perché poi devi fare l'aggiornamento e se non lavori in quel campo è tempo e soldi persi.
Caterella :
Grazie per il consiglio, però sulla tesi di ricerca non saprei, soprattutto non saprei quale argomento scegliere. La sostenibilità è il tema che ad oggi mi stimola di più, intesa come sostenibilità nella progettazione non solo architettonica ma anche urbana e paesaggistica. Per quanto riguarda il corso: come faccio a fare per un anno il d.l. se non ho frequentato prima il corso appunto?!
Caterella :
Grazie, il corso di BIM è sicuramente una delle prime cose che vorrò fare una volta laureata, anche prima dell'esame di stato!
Caterella :
Grazie, lo vedo come un'opportunità per il lavoro diciamo anche.
Albo :
Per fare Direzione lavori non hai bisogno del corso da CSP/E, comunque basta un anno di comprovata esperienza nel campo edile non nel campo della sicurezza nello specifico (art.98 del 81/08),
Detto questo non mi butterei a fare il coordinatore senza esperienza di cantiere, le parcelle non sono altissime e hai diverse responsabilità civili e penali, meglio se trovi uno studio dove puoi affiancare un senior.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.