ECOTECT cercasi!!!

messaggio inserito giovedì 17 febbraio 2005 da Federica

Federica : [post n° 42587]

ECOTECT cercasi!!!

AIUTAYEMI!!! Cerco disperatamente qualcuno che abbia informazioni, materiale (possibilmente in italiano) e conoscenze sul programma ECOTECT! Sono una laureanda in architettura e tutto questo mi serve per la tesi! Grazie fin d'ora a chi mi risponderà! Ciao da Federica
el_puerko :
lui dice di saperlo usare!!! :D

www.professionearchitetto.it/bacheca/risposte.asp?id=25714
carlo :
ciao, sono di torino, ho ecotect e so usare la parte relativa alle ombre, niente di più. Se è quello di cui ha bisogno scrivimi pure.
andrea :
Anche io cerco qualcuno che lo sappia usare meglio di me o che abbia materiale in italiano: se sai qualcosa......
Federica :
ti ringrazio andrea, ma visti i tempi brevi per la tesi il mio relatore ed io abbiamo optato per un programma che almeno lui sapesse usare, tanto per semplificare un pò il lavoro ed accorciare i tempi. ad ogni modo ancora grazie
ciao, federica
anselmo :
sto cercando anch'io un manuale, appunti in italiano per il sotware ecotect.
chi mi può aiutare?
eduardo barbera :
Per piccoli aiuti sono disponibile a rispondere sui diversi comandi di Ecotect che uso nei miei progetti ormai da circa 5 anni.
E' un software adatto per la ricerca più che per la progettazione vera e propria.
Almeno nell'ambito italiano.
Le università che lo usano nelle facoltà di architettura sono sia in germania che in inghilterra.
Il modo migliore per imparare ad usare un softwre così complesso, ed ancora non completamente realizzato intutte le pari, (per esempio il link con il software Win air pe la fluidodinamica applicata agli edifici, o quello per l'analisi LCA).
Ha un buon collegamento con Radiance e con le applicazioni che adoperano formati di interscambi dei dati.
Ho visto che gli studenti italiani tentano il più delle volte di importare in ecotec modelli realizzati su autocad o 3ds.
Io ve lo sconsiglio fortemente. Sono modelli mal definiti per l'uso che si fa dei modelli i ecotect.
Va un po meglio con i modelli 3d realizzati in ScketchUP, tanto per dare un consiglio, ma anche li bisogna avere apreso i rudimenti sui metodi di costruzione di modelli per l'analisi energetici.
Io ho studiato alla Sapiennza tanti anni fa. Posso solo dire che fra i professori di Fisica tecnica non c'è mai stato un vero interesse per l'apprendimento di questi software e come risultatoo non ci sono corsi in cui gli allievi possono imparare ad usare software di questo tipo.
In alternativa ad Ecotect che richiede un training di almeno 6 mesi per poter essre usato in modo integrato ed anche per l'adattamento degli archivi dati interni al software, consiglierei software più semplici da usare come ENER-CAD.

Un saluto e in bocca al lupo a tutti.
federica :
La ringrazio veramente tanto per l'informazione, ma ho rinumciato mesi fa, in accordo col professore, ad usare questo programma. Ora mi sto cimentando con TRNSYS, presumo lo conosca. In tal caso mi farebbe molto piacere sapere di poterle fare qualche domanda se ne avessi bisogno.
La ringrazio ancora,
Federica
eduardo barbera :
Gentile Federica

conosco il software TRNSYS in modo abbastanza superficiale, in quanto "ai miei tempi" era accessibile solo presso la sede Enea della Casaccia attraverso l'ing. Citterio che era anche la sola persona che lo usasse e che ne comprendesse la gestione "molto per addetti ai lavori".
Ho scelto infatti di utilizzare altri tipi di modellatori energetici che risultano più congeniali alla fase di progettazione dell'intero sistema edilizio.
La mia seconda e più recente esperienza su TRNSYS l'ho condotta negli anni '90 presso il Fraunhofer Institute fur Solarenergie di Friburgo insieme al prof. Peter Braun, un fisico che mi ha permesso di realizzare parte del lavoro del mio dottorato sulle applicazioni dei materiali TIM nelle ristrutturazioni e progettazioni di edifici.
Poi sono pasato ad altri software.
Attualmente ritengo Ecotect un ottimo strumento per verificare progetti, anche se TRNSYS, WINSPARK etc sono più adatti alla ricerca su prototipi di sistemi.
Ti indico brevemente i software:

ECOTECT
EDSL TAS
IES (richiedetelo costa solo 50 sterline finchè siete studenti ed è uil software ufficiale in abito europeo sponsorizzato dalla IEA).

ti allego un link al sito di tale software.
www.iesve.com/content/

Per lo studio di singoli "componenti" edilizi puoi consultare il sito della soc belga PHYSIBEL che produce una serie di pacchetti software (costano molto ma qualcosa gira anche da noi).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.