Collaudo statico e agibilità

messaggio inserito venerdì 22 novembre 2019 da Mari

[post n° 426880]

Collaudo statico e agibilità

Salve,
ho ereditato un appartamento rustico, o meglio una mansarda condonata: il condono è del 2009, tutto regolare, prima era un classico sottotetto con tetto in legno risalente agli anni 60 o prima. Successivamente a causa dell'ammaloramento del legno è stato rifatto con le medesime dimensioni in travetti di ca e blocchi di lapilcemento e si è pensato di chiudere così nel 1986 si è proceduto al condono del sottotetto abitabile, ottenuto poi nel 2009.
Ora sto chiedendo un finanziamento per poterlo rifinire (non vi sono impianti, muri, massetti, nulla, solo le mura perimetrali) e fittare regolarmente come casa vacanze.
Mi chiedevo: a seguito dei lavori dovrò far presentare la scia agibilità ma nelle carte non ho trovato un collaudo statico . Cosa faccio?
Grazie
:
In genere, quando il Certificato di Collaudo Statico non esiste (oppure non è reperibile), si sopperisce a questa mancanza presentando in Comune una Dichiarazione di Idoneità Statica a firma di un tecnico abilitato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.